www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 

 
 
   

 

Gli altri approfondimenti:


 

I nostri banner


 

Approfondimenti

 
   
  Che cos'è il plafond IVA  - il significato del plafond IVA e i motivi della sua previsione normativa

 

 

 
 
 
Approfondimento del 06.05.2013

 

 

 
Il soggetto passivo IVA che effettua esportazioni intracomunitarie o extracomunitarie non applica su di esse l'IVA.

Per questa ragione, se un soggetto passivo IVA effettua esclusivamente o prevalentemente operazioni di esportazione può trovarsi con questa situazione:

  • non applica l'IVA sulla gran parte delle vendite in quanto non applica l'imposta sulle esportazioni;
  • può detrarre l'IVA pagata sugli acquisti tenuto conto delle norme che regola la detraibilità oggettiva e soggettiva dell'IVA.

 

La liquidazione dell'IVA viene effettuata come differenza tra l'IVA sulle vendite (IVA a credito) e quella sugli acquisti (IVA a debito), ovvero:

IVA sulle vendite 

IVA sugli acquisti 

=

IVA a debito.

 

Se l'IVA sugli acquisti supera l'IVA sulle vendite il soggetto IVA avrà un credito IVA verso l'erario.

Poiché coloro che effettuato prevalentemente operazioni di esportazione non applicano l'IVA su di esse, tali soggetti rischierebbero di trovarsi sempre con un credito IVA verso l'erario

Per questa ragione per tali soggetti, detti esportatori abituali, è prevista la possibilità di effettuare acquisti di beni e servizi o importazioni senza pagare l'IVA. Tale facoltà è però ammessa entro un determinato limite, detto per l'appunto plafond IVA.

 

Ovviamente tale agevolazione è prevista a determinate condizioni:

  • innanzitutto bisogna avere i requisiti per essere considerati esportatori abituali;

  • in secondo luogo bisogna fare attenzione alle operazioni che concorrono alla formazione del plafond disponibile;

  • infine per poter effettuare gli acquisti senza applicazione dell'IVA è necessario rilasciare al fornitore una dichiarazione d'intento o lettera d'intento nella quale si attesta il proprio status di esportatore abituale e si chiede che non venga applicata l'IVA sull'operazione.

 

 

 
 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Esportatori abituali

Volume d'affari per il calcolo del plafond

Operazioni che formano il plafond IVA

Calcolo del plafond

Calcolo plafond fisso

Calcolo plafond mobile

Passaggio dal plafond fisso a quello mobile e viceversa

Calcolo del plafond disponibile

Momento di utilizzo del plafond

Note di variazione e plafond disponibile

Note di variazione e plafond utilizzabile

Beni e servizi acquistabili con il plafond

Acquisti in sospensione d'imposta

Acquisti in sospensione d'imposta

Adempimenti dell'esportatore abituale

Dichiarazione d'intento

Splafonamento IVA

Regolarizzazione splafonamento IVA

Ravvedimento operoso splafonamento IVA

Splafonamento: scritture contabili

Indetraibilità dell'IVA

Beni e servizi con IVA indetraibile

Registrazione IVA indetraibile

IVA indetraibile

Scritture contabili pro-rata

Deducibilità IVA indetraibile

Liquidazioni periodiche IVA: come si registrano

Liquidazioni periodiche IVA: aspetti fiscali

Periodicità liquidazione IVA

Calcolo IVA a debito

IVA a debito: quando non va versata


   

Visualizza gli altri approfondimenti 

 
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681