www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 

 

 
   

 

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Attività e passività in valuta - i criteri di valutazione da applicare in bilancio per le attività e le passività in valuta

 

 

 
 

 

Aggiornato al 01.09.2017

 

 

 

Forniamo un quadro di sintesi della valutazione, in bilancio, delle attività e passività espresse in valuta estera secondo quanto previsto dall'OIC 26.

 

Com’è noto esse devono essere convertire in base al tasso di cambio del giorno in cui l’operazione è effettuata.

 

Diverso, invece, può essere il loro trattamento se tali attività e/o passività sono ancora presenti in bilancio al termine dell’esercizio. 

Attività/Passività in valuta

Valutazione al 31/132

Crediti (sia iscritti nell'attivo circolante che nelle immobilizzazioni finanziarie)

Al 31/12 vanno valutati al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell’esercizio  

Debiti (a breve, medio, lungo termine)

Cassa

C/c bancari e postali

Assegni

Ratei attivi e passivi

Titoli di debito (sia iscritti nell'attivo circolante che nell'attivo immobilizzato)

Fondi per rischi ed oneri

Lavori in corso su ordinazione valutati col criterio della percentuale di completamento

Partecipazioni iscritte nell'attivo circolante

Al 31/12 continuano ad essere valutate al tasso di cambio al momento del loro acquisto (tasso di cambio storico)

 

Del cambio a pronti di fine esercizio si tiene conto per la conversione di eventuali flussi finanziari futuri espressi in valuta al fine di determinare il valore recuperabile e l'eventuale perdita durevole di valore

 

Rimanenze di magazzino

Anticipi per acquisto o vendita di beni e servizi

Risconti attivi e passivi

Lavori in corso su ordinazione valutati al criterio della commessa completata

Immobilizzazioni (sia materiali che immateriali)

Al 31/12 continuano ad essere valutate al tasso di cambio al momento del loro acquisto (tasso di cambio storico)

 

Del cambio a pronti di fine esercizio si tiene conto quando si giudica la riduzione al fine di determinare il valore recuperabile e l'eventuale perdita durevole di valore dell'attività

 

Partecipazioni iscritte nell'attivo immobilizzato e valutate al costo

Partecipazioni iscritte nell'attivo immobilizzato e valutate con il metodo del patrimonio netto

Prima di procedere ad una loro valutazione al metodo del patrimonio netto occorre convertire il bilancio della partecipata in moneta di conto

 

 
 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Poste in valuta

Fatture in valuta estera

Come si registrano le bolle doganali

Fattura con corrispettivi in valuta

Immobilizzazioni in valuta

Crediti verso clienti: loro esposizione in bilancio

Debiti in valuta estera

Crediti in valuta estera

Presunto valore di realizzo

Conversione crediti e debiti in valuta: cambio applicabile

Crediti e debiti in valuta con scadenza ultrannuale

Immobilizzazioni acquistate in valuta

Utili e perdite su cambi

Titoli e partecipazioni in valuta

Utili e perdite su cambi: scritture contabili

Riserva utili su cambi

Riserva utili su cambi da realizzare

Riserva utili su cambi e copertura delle perdite

Riserva da utili su cambi

Rendiconto finanziario - operazioni in valuta


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   

 
 
 
 

 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681