REGISTRO IVA VENDITE SEMPLIFICATA

I DATI DA INDICARE NEL REGISTRO IVA VENDITE IN CASO DI CONTABILITÀ SEMPLIFICATA

Aggiornato al 01.01.2019

I contribuenti in contabilità semplificata devono annotare nel registro delle fatture emesse tutte le fatture immediate e differite emesse nei confronti dei clienti.


Inoltre, sul registro vanno riportati gli altri documenti rilevanti ai fini IVA come:


Le fatture emesse devono essere annotate nel registro IVA vendite nell’ordine della loro numerazione, entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni e con riferimento allo stesso mese di effettuazione delle stesse.


Fino al 24/10/2018, i termini di registrazione delle fatture emesse erano:

  • entro 15 giorni nel caso di fatture immediate;
  • entro il termine di emissione e con riferimento al mese di consegna o spedizione dei beni nel caso di fatture differite.

I contribuenti in contabilità semplificata che tengono il registro dei corrispettivi , anziché il registro IVA vendite, effettuano la registrazione dei ricavi su tale registro.


A partire dal 1° gennaio 2017, se l’impresa in contabilità semplificata non adotta il registro cronologico dei pagamenti, sul registro delle fatture emesse devono essere annotate, separatamente, anche:

  • le operazioni non soggette a registrazione ai fini IVA che servono per la determinazione del reddito. Si tratta, ad esempio, dei ricavi per:

    • interessi attivi bancari;
    • plusvalenze, insussistenze e sopravvenienze attive.

    Tali operazioni vanno annotate entro il termine di 60 giorni.

  • entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi, gli altri componenti positivi di reddito diversi

    dai ricavi;

  • l’importo complessivo dei mancati incassi indicando le relative fatture. In questo caso, i ricavi percepiti vanno annotati separatamente nell’anno di incasso, in modo analitico, indicando il documento contabile già registrato ai fini IVA.

Per le imprese in contabilità semplificata che optano per il regime di cassa virtuale , sul registro IVA vendite occorre annotare anche:

  • le operazioni non soggette a registrazione ai fini IVA che servono per la determinazione del reddito;
  • entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi, gli altri componenti positivi di reddito diversi dai ricavi.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net