www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 
 
   

 

Gli altri approfondimenti:


Approfondimenti

 
   
  Registro delle fatture emesse - soggetti obbligati alla sua tenuta

 

 

 
 
 

Aggiornato al 02.01.2017

 

In linea di massima tutti i contribuenti IVA hanno l’obbligo di tenere un registro delle fatture emesse, chiamato anche registro IVA vendite. Tale registro è disciplinato dall’art.23 del DPR 633/72.

 

 

SEMPLIFICAZIONI

 

Una semplificazione è prevista, per i contribuenti minori, dall’art.32 del DPR 633/72. Tale articolo prevede che i contribuenti che, nell’anno solare precedente, hanno realizzato un volume d’affari non superiore a:

  • 400.000 euro per le imprese aventi per oggetto prestazione di servizi e per gli esercenti arti e professioni;

  • 700.000 euro per le imprese aventi per oggetto altre attività;

possono adempiere gli obblighi di fatturazione e registrazione mediante la tenuta di un bollettario a madre e figlia.

 

Per i contribuenti che esercitano contemporaneamente prestazioni di servizi ed altre attività si fa riferimento al volume d’affari relativo alla attività prevalente.

 

Nei confronti dei soggetti che non effettuano una distinta annotazione dei corrispettivi si applica il limite di 400.000 euro relativamente a tutte le attività esercitate.

 

Le operazioni devono essere indicate nel bollettario a madre e figlia con le stesse indicazioni da riportare in fattura nelle due parti del bollettario. La figlia costituisce la fattura vera e propria da consegnare al cliente, mentre la madre sostituisce le annotazioni sul registro delle fatture emesse.

 

 

ESONERO DALL’OBBLIGO

 

Non sono obbligati alla tenuta del registro delle fatture emesse:

  • i soggetti che esercitano attività di agricoltura e pesca ammesse al regime speciale previsto dall’art.34 del DPR 633/72;  

  • i soggetti in regime di esonero degli adempimenti contabili (art.36-bis DPR 633/72);  

  • i commercianti al minuto o assimilati (che effettuano le registrazioni delle vendite nel registro dei corrispettivi);  

  • gli esercenti operanti nel settore degli intrattenimenti (art.74 DPR 633/72);

In passato erano esonerati anche i contribuenti che adottavano i seguenti regimi contabili oramai abrogati:

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Contabilità ordinaria

Registri IVA

Contribuenti minimi

Regime delle nuove iniziative produttive

Contenuto del registro delle fatture emesse

Tenuta del registro IVA vendite

Registro IVA vendite - tabella di sintesi

Obbligo di tenuta delle scritture contabili

Conservazione delle scritture contabili

Termini di conservazione delle scritture contabili

Contabilità semplificata: registri obbligatori

Registro IVA vendite semplificata

Corso on line gratuito: Le scritture contabili obbligatorie ai fini civilistici e fiscali


 
 

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 
 
Visualizza i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 www.EconomiAziendale.net

 
www.SchedeDiGeografia.net
 
www.StoriaFacile.net
 
www.LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze.net

 
Utilità
 



 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681

 

Per la pubblicità su questo sito invia una mail a Amministrazione@MarchegianiOnLine.net