www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Fatturazione autotrasportatori - le regole fiscali relative all’emissione della fattura da parte degli autotrasportatori di merci per conto terzi

 

 

 
 
 
Approfondimento del 19.01.2011

 

Secondo quando dispone l’art.6 del DPR 633/72 le prestazioni verso corrispettivo dipendenti da contratti di trasporto si considerano effettuate al momento in cui sono rese.

 

Tuttavia, l’art.74 del DPR 633/72, comma 4, prevede che gli autotrasportatori di cose per conto terzi iscritti nello specifico albo possono:

  • emettere una sola fattura per le prestazioni effettuate nei confronti del medesimo committente in ciascun trimestre solare;  

  • annotare le fatture emesse per le prestazioni di servizi, entro il trimestre solare successivo a quello di emissione.

 

La prima di queste disposizioni ha come finalità quella di semplificare gli adempimenti degli autotrasportatori che possono, qualora le prestazioni di trasporto intercorrono tra le stesse parti, raggrupparle emettendo un’unica fattura relativa a tutte le operazioni effettuate nel corso di ciascun trimestre.

 

La seconda disposizione, invece, trova la sua ragione di essere nel fatto che, di regola, gli autotrasportatori emettono la fattura una volta ultimata la prestazione e, di conseguenza, in un momento anteriore rispetto a quello nel quale avviene normalmente il pagamento del corrispettivo con la conseguenza che essi diverrebbero debitori dell’imposta risultante dalla fattura anche in assenza del pagamento da parte del committente.

 

Esempio:

trasporti effettuati dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti del committente Alfa Srl nel corso del primo trimestre per complessivi 10.000 euro.

 

Fattura emessa entro il mese di marzo dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti della Alfa Srl  per 10.000 euro + IVA 20% pari a 2.000 euro.

 

Occorre fare attenzione, però, in quanto la procedura agevolata sopra descritta non comporta alcuna deroga al principio secondo il quale la fattura deve essere emessa non oltre il pagamento del corrispettivo.

 

Di conseguenza il documento riepilogativo dovrà essere emesso non oltre tale termine e potrà comprendere anche prestazioni di trasporto non ancora pagate.

 

Esempio:

I trimestre -

trasporti effettuati dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti del committente Alfa Srl

15/01 – 7.000 euro

20/02 – 2.000 euro

15/03 – 1.000 euro

 

pagamento del trasporto di 7.000 euro da parte della ditta Rossi & C. snc il giorno 16/03.

 

Fattura emessa il 16/03 che potrà comprendere anche le prestazioni non ancora pagate.

 

 

Ovviamente la fattura riepilogativa trimestrale potrà essere emessa per i trasporti già eseguiti e non ancora pagati.

 

Le fatture emesse dagli autotrasportatori in ciascun trimestre solare possono essere annotate entro il trimestre successivo a quello di emissione.

 

Esempio:

trasporti effettuati dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti del committente Alfa Srl nel corso del primo trimestre per complessivi 10.000 euro.

 

Fattura emessa entro il mese di marzo dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti della Alfa Srl  per 10.000 euro + IVA 20% pari a 2.000 euro.

 

Annotazione della fattura entro il secondo trimestre (entro il mese di giugno).

 

Bisogna però fare attenzione al fatto che il differimento dei termini di registrazione delle fatture emesse si applica solamente in campo IVA.

Quindi, per le imprese in contabilità ordinaria, la fattura emessa va registrata sul libro giornale sempre entro 60 giorni dalla data di emissione.

 

Esempio:

trasporti effettuati dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti del committente Alfa Srl nel corso del primo trimestre per complessivi 10.000 euro.

 

Fattura emessa entro il 31 marzo dalla Ditta Autotrasporti Rossi & C. snc nei confronti della Alfa Srl  per 10.000 euro + IVA 20% pari a 2.000 euro.

 

Registrazione della fattura sul libro giornale entro il 30 maggio.

 

Annotazione della fattura, ai fini IVA, entro il 30 di giugno.

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

C.M.252 del 1998

Libro giornale

Emissione e registrazione delle fatture di vendita

Emissione della fattura

Data di emissione della fattura

Fatturazione

Trimestrali speciali

Autotrasportatori: regime dei trimestrali speciali

Liquidazione IVA autotrasportatori

Distributori di carburante -trimestrali speciali

Liquidazioni periodiche IVA - come si registrano

Liquidazioni periodiche IVA - aspetti fiscali

Periodicità liquidazione IVA

La registrazione delle fatture di acquisto

IVA a debito

IVA a debito

Versamento IVA

Erario c/IVA


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681