www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 
 
   

 

Gli altri approfondimenti:


Approfondimenti

 
   
  Il registro dei beni ammortizzabili - le sue caratteristiche

 

 

 
 
 

Approfondimento del 27.04.2010

 

Il registro dei beni ammortizzabili è un registro previsto dall’art.16 del DPR 600 del 1973, nel quale devono essere annotate tutte le immobilizzazioni materiali e immateriali dell’impresa o del professionista.

 

Si tratta di un registro per il quale non vi è obbligo di vidimazione.

 

Hanno l’obbligo di compilare tale registro:

  • le società di capitali;

  • gli enti pubblici e privati diversi dalle società soggetti all’IRES;

  • i trust che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali

  • le società di persone;

  • le persone fisiche che esercitano imprese commerciali;

  • gli esercenti arti e professioni.

 

A partire dal periodo d’imposta in corso al 21 febbraio 1997 la tenuta di tale registro non è più obbligatoria. Tale semplificazione, tuttavia, opera solamente alle seguenti condizioni:

 

  • nel caso di imprese

     

    • i soggetti  in contabilità ordinaria possono, in alternativa alla tenuta del registro dei beni ammortizzabili, effettuare le registrazioni ad esso relative, nel libro giornale entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi o nel libro inventari;

    • i soggetti in contabilità semplificata possono, in alternativa alla tenuta del registro dei beni ammortizzabili, effettuare le registrazioni ad esso relative, nel registro IVA acquisti;

 

  • nel caso di esercenti arti e professioni

  • che hanno optato per il regime di contabilità ordinaria è possibile, in alternativa alla tenuta del registro dei beni ammortizzabili, effettuare le registrazioni ad esso relative, nel registro cronologico entro il termine stabilito per la presentazione della dichiarazione. Inoltre, su richiesta dell’Amministrazione finanziaria devono poter essere forniti in forma sistematica, gli stessi dati che sarebbero dovuti essere annotati sul registro;

  • che non hanno optato per la contabilità ordinaria è possibile non tenere il registro dei beni ammortizzabili se, a seguito di richiesta dell’Amministrazione finanziaria, sono in grado di fornire ordinati in forma sistematica gli stessi dati prescritti per tale registro.

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Tenuta del registro beni ammortizzabili

Libro beni ammortizzabili - quadro di sintesi

Libro cespiti - beni di importo inferiore a 516,46 euro

Registro cespiti e spese incrementative

Registro cespiti - beni gratuitamente devolvibili

Registro beni ammortizzabili - regimi agevolati

Contabilità semplificata: registri obbligatori

Corso on line gratuito: Le scritture contabili obbligatorie ai fini civilistici e fiscali


 
 

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 
 
Visualizza i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 www.EconomiAziendale.net

 
www.SchedeDiGeografia.net
 
www.StoriaFacile.net
 
www.LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze.net

 
Utilità
 



 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681

 

Per la pubblicità su questo sito invia una mail a Amministrazione@MarchegianiOnLine.net