IMMOBILIZZAZIONI E BILANCIO

COME VANNO ESPOSTE LE IMMOBILIZZAZIONI NEL BILANCIO REDATTO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

Aggiornato al 03.05.2008

Nel bilancio redatto secondo i principi contabili internazionali, le attività si distinguono in attività correnti e attività non correnti.

Le immobilizzazioni, sia esse materiali che immateriali, di norma, fanno parte delle attività non correnti. Nella sola ipotesi in cui si tratti di attività non correnti possedute per la vendita esse devono essere classificate separatamente in bilancio e per esse cessa l’ammortamento.

Lo IAS 16 e lo IAS 38 non prevedono delle rigide categorie. Lo IAS 16 si limita a fornire degli esempi di come le immobilizzazioni materiali possono essere esposte in bilancio, indicando a tale proposito la seguente distinzione:

  • terreni,
  • terreni e fabbricati,
  • macchinari,
  • navi,
  • autoveicoli,
  • mobili e attrezzature e macchine per ufficio.

Lo IAS 1 non richiede obbligatoriamente che le diverse categorie di immobilizzazioni vengano distintamente indicate nello Stato patrimoniale essendo possibile che ciò sia fatto nelle note che accompagnano il bilancio. Tuttavia nel caso in cui vi sono singole categorie di immobili, impianti e macchinari o di attività immateriali valutate diversamente rispetto alle altre, esse devono essere indicate in modo separato nello Stato patrimoniale: ciò si verifica, ad esempio, se talune immobilizzazione sono valutate al costo e altre con il modello della rideterminazione, come si dirà tra breve.

Va sottolineato, invece, che è richiesta una separata indicazione degli immobili detenuti a titolo di investimento.

In linea di massima le categorie individuate dal Codice civile possono essere ritenute valide anche ai fini dei principi contabili internazionali. Le sole eccezioni sono rappresentante, per ciò che concerne le immobilizzazioni materiali:

  • dai terreni, che devono sempre essere contabilizzati separatamente anche quando sono acquistati insieme ai fabbricati;
  • dalle immobilizzazioni in corso e dagli acconti che non necessariamente devono essere indicati a parte.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net