www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Risoluzione del contratto di vendita con riserva di proprietÓ - imposte sui redditi

 

 

 
 
 
Approfondimento del 24.02.2015

 

Vediamo, di seguito, cosa accade nel caso di risoluzione del contratto di vendita con riserva di proprietÓ, sotto il profilo delle imposte sui redditi.

 

RESTITUZIONE DEL BENE

Il compratore Ŕ tenuto alla restituzione del bene. Nessun problema si pone se il bene Ŕ una merce sia per il venditore che per il compratore. 

Il venditore emette una nota di variazione. Con essa si andrÓ:

  • a rettificare il ricavo di vendita (venditore) e il costo di acquisto (compratore) se la risoluzione del contratto avviene nello stesso periodo d'imposta nel quale Ŕ avvenuta la vendita;
  • a rilevare una sopravvenienza, attiva per il venditore e passiva per il compratore, se la risoluzione del contratto avviene in un periodo d'imposta successivo rispetto a quello nel quale Ŕ avvenuta la vendita.

 

Se, invece, il bene Ŕ un cespite sia per il venditore che per il compratore sarÓ necessario:

  • per il compratore:
    • stornare il fondo ammortamento giÓ rilevato;
    • stornare il cespite dalla contabilitÓ;
    • nulla accade, invece, circa la deducibilitÓ degli ammortamenti operati nei precedenti periodi di imposta;

 

  • per il venditore:
    • rilevare il cespite in contabilitÓ;
    • nulla accade, invece, in merito ad eventuali plusvalenze rilevate al momento della cessione del bene. Se la tassazione della plusvalenza dovesse essere stata rateizzata perchÚ ne ricorrevano i requisiti, occorre proseguire nella tassazione delle successive rate.

     

EQUO COMPENSO PER L'USO DEL BENE

L'equo compenso per l'uso del bene concordato dalle parti rappresenta:

  • un ricavo per il venditore;
  • un costo per il compratore. 

Per entrambi il periodo di competenza Ŕ dato dal periodo d'imposta nel quale si Ŕ verificata la risoluzione del contratto.

 

RISARCIMENTO DEL DANNO

L'eventuale somma dovuta a titolo di risarcimento del danno rappresenta:

  • una sopravvenienza attiva per il venditore, di competenza del periodo d'imposta nel quale si Ŕ verificata al risoluzione del contratto;
  • una sopravvenienza passiva per il compratore, di competenza del periodo d'imposta nel quale si Ŕ verificata al risoluzione del contratto.

 

RESTITUZIONE DELLE RATE RISCOSSE

La restituzione delle rate riscosse comporta il sorgere di:

  • una sopravvenienza passiva per il venditore;
  • una sopravvenienza attiva per il compratore.

 

 

Ricapitolando:

  Venditore Compratore
Restituzione bene:
  • cespite

 

  • iscritto cespite in contabilitÓ
  • plusvalenze non stornabili
  • continua la tassazione delle plusvalenze rateizzate

 

  • stornato fondo ammortamento
  • eliminato cespite dalla contabilitÓ

 

  • altro bene
  • storno di un ricavo - nello stesso periodo d'imposta
  • sopravvenienza passiva - periodo d'imposta successivo
  • storno di un costo - nello stesso periodo d'imposta
  • sopravvenienza attiva - periodo d'imposta successivo

 

Equo compenso Ricavo Costo
Risarcimento danno Sopravvenienza attiva Sopravvenienza passiva
Restituzione rate Sopravvenienza attiva Sopravvenienza passiva
 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Vendita con riserva di proprietÓ

Vendita con riserva di proprietÓ e IVA

Risoluzione del contratto di vendita con riserva di proprietÓ

Vendite a rate con riserva di proprietÓ

Vendita a rate di immobilizzazioni materiali

Risoluzione del contratto di vendita con riserva di proprietÓ - scritture contabili del compratore

Risoluzione del contratto di vendita con riserva di proprietÓ - scritture contabili del venditore

Plusvalenze e minusvalenze

Plusvalenze patrimoniali: scritture contabili

Plusvalenze e minusvalenze: collocazione in bilancio

Trattamento fiscale delle plusvalenze

Rateizzazione delle plusvalenze

Plusvalenza fiscale

Registrazione sopravvenienze attive

Sopravvenienze attive

Sopravvenienze attive: alcuni esempi

Tassazione sopravvenienze attive

Sopravvenienze passive

Registrazione delle sopravvenienze passive

Sopravvenienze attive e passive

Sopravvenienze e insussistenze attive e passive: quando sono proventi e oneri straordinari

DeducibilitÓ delle sopravvenienze passive


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilitÓ

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicitÓ. Non pu˛ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non pu˛ essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681