REGISTRAZIONE DELLE SOPRAVVENIENZE PASSIVE

COME SI REGISTRANO, IN PARTITA DOPPIA, LE SOPRAVVENIENZE PASSIVE

Aggiornato al 23.01.2010

Le sopravvenienze passive sono componenti negativi di reddito straordinari.

Vediamo, attraverso alcuni esempi, come vengono registrate in contabilità.



Esempio 1:
vengono liquidati risarcimenti per danni provocati dall’azienda a terzi per un importo di 2.000 euro.

Dovremo andare a rilevare, da un lato, un debito verso terzi per 2.000 euro, quindi una variazione finanziaria negativa da registrare in AVERE del conto debiti verso terzi. Tale variazione misura una variazione economica negativa da registrare in DARE del conto sopravvenienze passive.

Pertanto, la registrazione, da effettuare sarà:


Registrazione delle sopravvenienze passive



Esempio 2:
da una serie di controlli contabili ci si accorge di aver erroneamente rilevato, nell’esercizio precedente ormai chiuso, un debito verso il fornitore Rossi per 1.000 euro, mentre il valore corretto era di 1.200 euro. Il debito non risulta ancora pagato.

In contabilità risulta un debito verso il fornitore Rossi per 1.000 euro, ma in realtà l’ammontare del debito è di 1.200 euro.

Quindi il conto del fornitore Rossi si presenta così:


Conto fornitore Rossi

Quindi, dobbiamo rilevare altri 200 euro nell’AVERE del conto Fornitore Rossi. Pertanto ci troviamo di fronte ad una nuova passività che si aggiunge alle precedenti. Occorre, allora, registrare una variazione finanziaria negativa di 200 euro in AVERE del conto Fornitore Rossi e una variazione economica negativa di pari importo in DARE del conto sopravvenienze passive.

Pertanto, la registrazione, da effettuare sarà:


Registrazione delle sopravvenienze passive

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net