Vai alla home page Scrivici una e-mail Chi sono Collabora col sito
       
Ricerca personalizzata

 

Iscriviti alla newsletter


Questo sito utilizza cookies. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a qualunque argomento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies.

 

Visualizza i nostri approfondimenti  
Accedi ai nostri corsi gratuiti  
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping  

 

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 
   
www.SchedeDiGeografia.net  
 
 
www.StoriaFacile.net  
 
 
www.LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net
 
Utilità  
   
 

 

 
 
 
 
 
 

 
 

 

 

   

 

Gli altri approfondimenti:


Approfondimenti

 
   
  Accantonamento utili a riserva legale - vediamo, attraverso alcuni esempi, come va calcolata la riserva legale di una società di capitali

 

 

 
 
 
Approfondimento del 31.03.2010

 

 

 

NORMA DI RIFERIMENTO

 

Art. 2430 Codice civile:

Dagli utili netti annuali deve essere dedotta una somma corrispondente almeno alla ventesima parte di essi per costituire una riserva, fino a che questa non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale.

La riserva deve essere reintegrata a norma del comma precedente se viene diminuita per qualsiasi ragione.

Sono salve le disposizioni delle leggi speciali”.

 

 

ESEMPIO 1

 

Utile netto dell’esercizio x: 50.000 euro

Capitale sociale al 31/12/anno x:120.000 euro  

Riserva legale al 31/12/ anno x: 10.000 euro

 

Innanzitutto occorre verificare se la riserva legale ha raggiunto o meno il quinto del capitale sociale.

 

Nel nostro esempio:

Capitale sociale 120.000 x 1/5 = 24.000 euro – limite di 1/5 del capitale sociale

 

Dato che la riserva ammonta a 10.000 euro, ed è quindi inferiore al limite di 1/5 del capitale sociale, occorre procedere al calcolo della quota di utili da accantonare a riserva.

 

Accantonamento a riserva legale:

Utile netto dell’esercizio 50.000 x 1/20 = 2.500 euro

 

Valore della riserva dopo l’accantonamento dell’utile: 10.000 + 2.500 = 125.000 euro.

 

 

ESEMPIO 2

 

Utile netto dell’esercizio x: 50.000 euro

Capitale sociale al 31/12/anno x:200.000 euro  

Riserva legale al 31/12/ anno x: 40.000 euro

 

Innanzitutto occorre verificare se la riserva legale ha raggiunto o meno il quinto del capitale sociale.

 

Nel nostro esempio:

Capitale sociale 200.000 x 1/5 = 40.000 euro – limite di 1/5 del capitale sociale

 

Dato che la riserva ammonta a 40.000 euro, ed è quindi pari al limite di 1/5 del capitale sociale, non è necessario effettuare un ulteriore accantonamento di utili a riserva legale.

 

 

ESEMPIO 3

 

Utile netto dell’esercizio x: 50.000 euro  

Capitale sociale al 31/12/anno x:200.000 euro  

Riserva legale al 31/12/ anno x: 10.000 euro

 

Lo statuto prevede che, alla quota di utili netti da accantonare a riserva legale prevista dalla legge, si debba affiancare un ulteriore 1% degli utili netti fino a quando la riserva non ha raggiunto la quinta parte del capitale sociale

 

Innanzitutto occorre verificare se la riserva legale ha raggiunto o meno il quinto del capitale sociale.

 

Nel nostro esempio:

Capitale sociale 200.000 x 1/5 = 40.000 euro – limite di 1/5 del capitale sociale

 

Dato che la riserva ammonta a 10.000 euro, ed è quindi inferiore al limite di 1/5 del capitale sociale, occorre procedere al calcolo della quota di utili netti da accantonare a riserva.

 

Accantonamento a riserva legale:

Utile netto dell’esercizio 50.000 x 1/20 = 2.500 euro – accantonamento previsto dalla legge  

Utile netto dell’esercizio 50.000 x 1% = 500 euro – accantonamento previsto dallo statuto

 

Valore della riserva dopo l’accantonamento dell’utile: 10.000 + 2.500 + 500 = 13.000 euro.

 

 
 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Destinazione dell'utile

La destinazione dell'utile dell'esercizio nelle società di capitali

Riserva legale

Distribuzione dividendi

Utili distribuibili

Norma di comportamento Associazione Dottori Commercialisti Milano n.162

Riparto utili snc

Prelevamento utili

Distribuzione utili

Conguaglio utili in corso

Destinazione dell'utile

Riparto utili in base al capitale e al tempo

Il piano di riparto dell'utile

Riparto utile d'esercizio - scritture contabili

Riserve vincolate per costi di impianto non ancora ammortizzati

Riserve di utili e costi pluriennali non ancora ammortizzati

Approvazione del bilancio e delibera di distribuzione degli utili

Le perdite d'esercizio


   

Visualizza gli altri approfondimenti 

 
 
 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 01685640680

___

Siti amici