ACCANTONAMENTO UTILI A RISERVA LEGALE

VEDIAMO, ATTRAVERSO ALCUNI ESEMPI, COME VA CALCOLATA LA RISERVA LEGALE DI UNA SOCIETA' DI CAPITALI

Aggiornato al 31.03.2010

NORMA DI RIFERIMENTO

Art. 2430 Codice civile:

Dagli utili netti annuali deve essere dedotta una somma corrispondente almeno alla ventesima parte di essi per costituire una riserva, fino a che questa non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale.
La riserva deve essere reintegrata a norma del comma precedente se viene diminuita per qualsiasi ragione.
Sono salve le disposizioni delle leggi speciali”.


ESEMPIO 1

Utile netto dell’esercizio x: 50.000 euro
Capitale sociale al 31/12/anno x:120.000 euro
Riserva legale al 31/12/ anno x: 10.000 euro


Innanzitutto occorre verificare se la riserva legale ha raggiunto o meno il quinto del capitale sociale.

Nel nostro esempio:
Capitale sociale 120.000 x 1/5 = 24.000 euro – limite di 1/5 del capitale sociale

Dato che la riserva ammonta a 10.000 euro, ed è quindi inferiore al limite di 1/5 del capitale sociale, occorre procedere al calcolo della quota di utili da accantonare a riserva.

Accantonamento a riserva legale:

Utile netto dell’esercizio 50.000 x 1/20 = 2.500 euro

Valore della riserva dopo l’accantonamento dell’utile: 10.000 + 2.500 = 125.000 euro.


ESEMPIO 2

Utile netto dell’esercizio x: 50.000 euro
Capitale sociale al 31/12/anno x:200.000 euro
Riserva legale al 31/12/ anno x: 40.000 euro


Innanzitutto occorre verificare se la riserva legale ha raggiunto o meno il quinto del capitale sociale.

Nel nostro esempio:

Capitale sociale 200.000 x 1/5 = 40.000 euro – limite di 1/5 del capitale sociale

Dato che la riserva ammonta a 40.000 euro, ed è quindi pari al limite di 1/5 del capitale sociale, non è necessario effettuare un ulteriore accantonamento di utili a riserva legale.


ESEMPIO 3

Utile netto dell’esercizio x: 50.000 euro
Capitale sociale al 31/12/anno x:200.000 euro
Riserva legale al 31/12/ anno x: 10.000 euro


Lo statuto prevede che, alla quota di utili netti da accantonare a riserva legale prevista dalla legge, si debba affiancare un ulteriore 1% degli utili netti fino a quando la riserva non ha raggiunto la quinta parte del capitale sociale

Innanzitutto occorre verificare se la riserva legale ha raggiunto o meno il quinto del capitale sociale.

Nel nostro esempio:

Capitale sociale 200.000 x 1/5 = 40.000 euro – limite di 1/5 del capitale sociale

Dato che la riserva ammonta a 10.000 euro, ed è quindi inferiore al limite di 1/5 del capitale sociale, occorre procedere al calcolo della quota di utili netti da accantonare a riserva.

Accantonamento a riserva legale:

Utile netto dell’esercizio 50.000 x 1/20 = 2.500 euro – accantonamento previsto dalla legge

Utile netto dell’esercizio 50.000 x 1% = 500 euro – accantonamento previsto dallo statuto

Valore della riserva dopo l’accantonamento dell’utile: 10.000 + 2.500 + 500 = 13.000 euro.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net