DISTRIBUZIONE UTILI

IL VERBALE DI DISTRIBUZIONE DEGLI UTILI È SOGGETTO AD IMPOSTA DI REGISTRO

Aggiornato al 14.02.2009

Si ipotizzi il caso in cui una società di capitali decida di distribuire degli utili ai soci. Chiediamoci se il verbale dell’assemblea debba essere assoggetta a registrazione a al pagamento dell’ imposta di registro.

A tale proposito va detto che l’art.4, comma 1, lettera d) del DPR 26 aprile 1986 prevede che sono soggette a registrazione, in termine fisso, le assegnazioni ai soci di utili in denaro.

Occorre, dunque, verificare se la distribuzione di utili va compresa tra le assegnazioni ai soci di utili in denaro.

A tale proposito si sono contrapposte negli anni due differenti correnti di pensiero:

la prima ritiene che le distribuzioni di utili vanno considerate come assegnazioni ai soci degli utili in denaro;

la seconda sostiene la tesi contraria.

Discordanti sono anche i pareri espressi dall’Amministrazione finanziaria.

La C.M. n.37 del 10/06/1986 afferma che non sono soggetti a registrazione le delibere relative all’approvazione del bilancio e quelle relative all’utilizzo di riserve. Per quanto concerne le delibere di approvazione del bilancio, la circolare non precisa se esse comprendono anche la distribuzione dell’utile dell’esercizio.

La R.M. n.174/E del 22/11/2000 afferma, invece, che tra le assegnazioni fatte ai soci di utili in denaro si devono comprendere tutte le assegnazioni fatte ai soci, sia durante lo svolgimento dell’attività sociale sia al momento dello scioglimento della società.

Di conseguenza si deve ritenere che l’obbligo di registrazione esiste sia per le delibere di distribuzione degli utili adottate in sede di approvazione del bilancio che le delibere di distribuzione di utili accantonati nei precedenti esercizi in riserve.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net