www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Registro merci in conto deposito e registro merci in conto lavorazione - le caratteristiche di tali registri IVA

 

 

 
 
 
Approfondimento del 12.05.2012

 

Nel caso di merci consegnate a titolo non traslativo della proprietà, come accade nell’ipotesi di beni in deposito o di beni in conto lavorazione, la presunzione di cessione può essere vinta compilando un registro dei beni in deposito o un registro dei beni in lavorazione.

Sul registro devono essere registrati:

  • nell’ipotesi di conto deposito, i documenti di trasporto con i quali la merce viene consegnata dal depositante al depositario o dal committente al rappresentante e i documenti di trasporto relativi ad eventuali riconsegne;

  • nell’ipotesi di conto lavorazione, i documenti di trasporto con i quali la ditta committente consegna al terzo le merci in lavorazione ed eventuali strumenti necessari per la lavorazione (stampi, modelli, attrezzi, ecc…) e i documenti di trasporto con i quali vengono riconsegnati i prodotti e gli strumenti usati per lavorazione.

Sui registri in questione è necessario annotare:

  • la data di effettuazione della registrazione;  

  • gli estremi del documento di trasporto (numero progressivo e data);

  • il punto di partenza e di arrivo della merce;  

  • la causale del movimento (conto deposito, reso deposito, conto lavorazione, reso lavorazione);  

  • la quantità di merce spedita.  

 

Le registrazioni sul registro delle merci in c/deposito e delle merci in c/lavorazione vanno effettuate entro 60 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione.

Secondo la RM 542420 del 1973 l’annotazione deve riguardare le unità di merci consegnate, mentre non è necessaria la registrazione analitica di ogni singola unità.

Il registro dei beni in c/deposito e il registro dei beni in c/lavorazione possono essere formati anche da tabulati, ciascuno intestato ad ogni ditta presso cui l’impresa ha un deposito o a ciascuna ditta che effettua lavorazioni per suo conto (RM. 5021919/1973).

 

Per il registro dei beni in c/deposito e per il registro dei beni in c/lavorazione non vi è obbligo di vidimazione.

 

 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Merci in deposito

Registri IVA

Presunzione di cessione e di acquisto

Presunzione di cessione

Beni utilizzati nella produzione

Perdita di beni

Distruzione di beni aziendali

Cessioni gratuite di beni ad ONLUS

Vendite di beni a stock

Consegna di beni a titolo non traslativo della proprietà

Merci in conto deposito

Merci in conto lavorazione

Lavorazione presso terzi

Registro delle movimentazioni comunitarie


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681