VIDIMAZIONE REGISTRI

QUALI SONO I REGISTRI PER I QUALI SUSSISTE L'OBBLIGO DI VIDIMAZIONE

Aggiornato al 14.02.2009

Secondo le attuali disposizioni devono essere vidimati:

  • i libri sociali delle società di capitali;

  • i libri per i quali la vidimazione è prevista da leggi speciali.

Sono libri sociali per i quali è prevista la vidimazione:

  • il libro soci;
  • il libro delle decisioni dei soci;
  • il libro delle obbligazioni;
  • il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;
  • il libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione;
  • il libro delle decisioni degli amministratori;
  • il libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo della gestione;
  • il libro delle decisioni del collegio sindacale o del revisore.

Sono libri per i quali è prevista la vidimazione da leggi speciali:

  • il registro di carico e scarico dei rifiuti;
  • il libro giornale delle autenticazioni delle girate;
  • il libro giornale degli incarichi, tenuto dalle imprese di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto;
  • i listini prezzi;
  • il registro di carico-scarico degli olii usati;
  • il registro di contabilità dei lavori pubblici;
  • il registro delle operazioni cambi;
  • il registro di produzione;
  • il registro di raccolta occasionale fondi;
  • il registro degli affari tenuto dalle agenzie immobiliari;
  • il registro dei premi;
  • il registro dei programmi;
  • il registro dei fidi;
  • il registro degli incarichi (tenuto dalle imprese di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto);
  • il registro dei palinsesti;
  • il registro tenuto dai produttori di congegni automatici, semiautomatici, elettrici ed elettronici per il gioco da trattenimento o di abilità;
  • i formulari di identificazione dei rifiuti trasportati.

L’obbligo di vidimazione non sussiste più per il libro giornale, il libro inventari, i registri fiscali (esempio registri IVA).

Possono essere vidimati, anche se non ne sussiste l’obbligo, i registri contabili e quelli tenuti in ottemperanza di disposizioni fiscali (esempio: libro giornale, libro inventari, sezione del libro giornale, sezionale del libro inventari).

La vidimazione dei registri viene, di norma, effettuata dall’ufficio vidimazioni del Registro delle Imprese.

Tuttavia, alcuni registri sono vidimati da altri uffici della Camera di Commercio o dall’Agenzia delle Entrate.

A titolo di esempio diciamo che vengono bollati e vidimati da altri uffici della Camera di Commercio:

  • il registro dei rifiuti radioattivi e infiammabili;
  • il registro carico e scarico per le ditte utilizzatrici di amido;
  • il registro corsi sull’imprenditoria femminile.

Viene bollato e vidimato dall’ Agenzia delle Entrate il registro di smaltimento dei rifiuti tossici e speciali.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net