MERCI IN CONTO LAVORAZIONE

COSA SONO LE MERCI IN CONTO LAVORAZIONE

Aggiornato al 12.05.2012

A volte a ccade che le aziende industriali non svolgano al proprio interno tutte le fasi di lavorazione necessarie per passare dalle materie prime al prodotto finito.

Lo svolgimento di alcune di queste fasi può essere demandato ad altre aziende. Si parla, in questi casi, di esternalizzazione o outsourcing.

L’esternalizzazione può riguardare sia alcune fasi del processo produttivo che alcuni servizi collaterali alla produzione (come ad esempio gestione del personale, servizi informatici, consulenze, ecc..).

A noi interessa, in questo contesto, il primo caso.

Un’impresa può decidere di far svolgere alcune fasi del processo produttivo a terzi perché in questo modo può ridurre i costi di produzione o può sopperire ad una insufficiente capacità produttiva. In questi casi si parla di Lavorazioni Presso Terzi.


I terzi, in genere, si limitano ad effettuare la sola lavorazione loro richiesta, mentre l’impresa committente fornisce:

  • le materie prime, i semilavorati, i materiali di consumo, le materie accessorie che vengono impiegati nella lavorazione.

    Tali beni prendono il nome di merci in lavorazione o merci in conto lavorazione.

  • il materiale accessorio necessario per la realizzazione della lavorazione, come modelli, stampi, attrezzi, ecc...

    Questi beni prendono il nome di consegne temporanee, ad indicare che essi, una volta ultimata la lavorazione, vengono restituiti alla ditta committente.


Sia le merci in lavorazione che le consegne temporanee passano dall’impresa committente al terzo senza che vi sia un trasferimento di proprietà.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net