VOLUME D'AFFARI IVA

COME SI DETERMINA IL VOLUME D'AFFARI AI FINI IVA

Aggiornato al 04.09.2013

La nozione di volume d’affari ai fini IVA è contenuta nell’art.20 del DPR 633/1972.

Riportiamo di seguito ul elenco per facilitare l’individuazione delle voci che devono essere prese in esame per la sua determinazione.


VOLUME D’AFFARI IVA

  • Cessioni di beni e prestazioni di servizi:
    • Imponibili
    • Non imponibili - artt. da 8, 8bis e 9 del DPR 633/72 - (esportazioni, operazioni assimilate alle esportazioni, servizi internazioni)
    • Esenti - art.10 DPR 633/73

  • Altre operazioni:
    • Cessione di beni in transito o in deposito doganale
    • Prestazioni generiche rese a soggetti stabiliti in altro Stato membro dell’Ue
    • Prestazioni diverse territorialmente rilevanti nel territorio di altro Stato membro rese nei confronti di soggetti ivi stabiliti
    • Cessioni di beni esistenti in altro Stato membro effettuate nei confronti di soggetti ivi stabiliti
    • Prestazioni generiche rese a soggetti stabiliti al di fuori del territorio comunitario
    • Prestazioni diverse territorialmente rilevanti in un Paese terzo rese nei confronti di soggetti ivi stabiliti
    • Cessioni di beni esistenti in un Paese extracomunitario effettuate nei confronti di soggetti ivi stabiliti


Non concorrono alla formazione del volume d’affari:

  • le operazioni fuori campo IVA;
  • le cessioni di beni ammortizzabili compresi diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno, concessioni, licenze, marchi e diritti similari;
  • i passaggi di beni tra attività separate.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net