INPS CONTO COMPETENZE

COME VANNO RILEVATI IN PARTITA DOPPIA I DEBITI E I CREDITI VERSO L'INPS

Aggiornato al 16.05.2009

Il conto INPS c/competenze viene utilizzato per rilevare:

  • in DARE i crediti vantati dal datore di lavoro nei confronti dell’INPS per somme anticipate ai dipendenti in busta paga, ma che sono di fatto a carico dell’Istituto di Previdenza. Si tratta delle somme anticipate per: assegni familiari, indennità di malattia, indennità di maternità;
  • in AVERE i debiti del datore di lavoro nei confronti dell’INPS per i contributi a carico dei dipendenti trattenuti dall’impresa e da questa versati all’Istituto di previdenza;
  • in AVERE i debiti del datore di lavoro nei confronti dell’INPS per i contributi a carico dell’azienda.

Quindi il conto INPS c/competenze si presenta nel modo seguente:


Conto INPS c/compentenze

I contributi, sia quelli a carico della ditta che quelli a carico del dipendente, vengono versati mensilmente dal datore di lavoro mediante il modello F24 entro il giorno 16 del mese successivo a competenza. Dalle somme dovute il datore di lavoro trattiene quelle a suo credito.


Esempio:
retribuzioni mese di gennaio
oneri sociali a carico dei dipendenti: 2.000 euro;
assegni familiari spettanti ai dipendenti anticipati dal datore di lavoro per conto dell’INPS: 200 euro;
indennità di malattia e maternità anticipate dal datore di lavoro per conto dell’INPS: 1.200 euro;
oneri sociali a carico del datore di lavoro: 13.000 euro.

Ecco come si presenterà il conto INPS c/competenze nel nostro esempio:


Conto INPS c/compentenze

Il saldo del conto ammonta a 13.600 euro (2.000 + 13.000 – 200 – 1.200).

Il versamento del debito nei confronti dell’INPS deve essere effettuato entro il 16 di febbraio. La scrittura da redigere è la seguente:


Versamento debito INPS

Nel caso in cui dovesse essere necessario, il versamento va effettuato con arrotondamento all’unità di euro.

Nel piano dei conti, il conto INPS c/competenze, potrebbe essere denominato anche Enti previdenziali ed assistenziali o Istituti di previdenza.

In bilancio, i debiti nei confronti dell’INPS esistenti al 31/12, vengono rilevati alla voce D.13 dello Stato patrimoniale, debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale.

Nel pagamento delle competenze dovute all’INPS si deve tenere conto anche di contributi anticipati per conto dei dipendenti e della eventuale fiscalizzazione degli oneri sociali.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net