www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 

 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Fringe benefit dipendenti - cos'è il fringe benefit spettante ai dipendenti

 

 

 
 

 

Approfondimento del 01.10.2014

 

L'art.51 del TUIR disciplina la materia del reddito di lavoro dipendente.

Esso, al primo comma, prevede che il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d'imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro.

Di conseguenza, sono da considerarsi reddito di lavoro dipendente anche le eventuali remunerazioni in natura spettanti al dipendente.

Si parla, in questi casi, di fringe benefit, ovvero di indennità aggiuntive che vengono corrisposte in natura al dipendente.

Tra i casi più ricorrenti di fringe benefit vi sono l'uso, da parte del dipendente di:

  • auto aziendali;
  • telefonini aziendali;
  • fabbricati aziendali.

 

La regola generale è che in caso di indennità in natura esse concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente in base al valore normale. Tuttavia, questa regola presenta delle eccezioni come nel caso di uso promiscuo di veicoli aziendali.

Inoltre, occorre tenere presente che non concorre a formare il reddito di lavoro dipendente il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati se di importo complessivamente non superiore, nel periodo d'imposta, a euro 258,23.

Se tale limite viene superato, il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati concorre a formare il reddito interamente.

Esempio 1.

Valore dei beni ceduti e dei servizi prestati nel periodo d'imposta: 100 euro.

Limite: 258,33 euro.

Importo che concorre a formare il reddito imponibile: 0 euro.

 

L'importo di 100 euro non concorre a formare il reddito imponibile del dipendente perché inferiore al limite di 258,33 euro.

 

 

 

Esempio 2.

Valore dei beni ceduti e dei servizi prestati nel periodo d'imposta: 300 euro.

Limite: 258,33 euro.

Importo che concorre a formare il reddito imponibile: 300 euro.

 

L'importo di 300 euro concorre interamente a formare il reddito imponibile del dipendente perché supera il limite di 258,33 euro.

 

   

 

 

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Calcolo fringe benefit auto dipendenti

Auto aziendale: uso promiscuo

Veicoli concessi in uso ai dipendenti

Autoveicoli aziendali: deducibilità del costo dal reddito d'impresa

IVA autoveicoli

Uso gratuito autovetture

Autoveicoli: esposizione in bilancio

Auto messe a disposizione del dipendente

Acquisto di autoveicoli

Ammortamento autovetture

Ammortamento auto rappresentanti

Plusvalenze autovetture

Minusvalenze autovetture

Vendita auto usata

Detraibilità IVA auto

IVA - vendita di auto usata

Calcolo IVA: vendita di auto usata

Rivendita autoveicolo aziendale

Veicoli professionisti: deducibilità del costo dal reddito di lavoro autonomo

Ammortamento veicoli di proprietà del socio

Omaggi ai dipendenti


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   

 
 
 
 

 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681