PREMI SU ACQUISTI

LA REGISTRAZIONE IN PARTITA DOPPIA DEI PREMI QUANTITATIVI SU ACQUISTI RICEVUTI DA FORNITORI

Aggiornato al 27.09.2019

I premi su acquisti quantitativi sono premi riconosciuti, dal fornitore al cliente, al raggiungimento di un determinato obiettivo quantitativo. Spesso, al fine di incrementare le vendite e fidelizzare i clienti, il fornitore accorda un premio ai clienti che raggiungano un determinato volume di acquisti nel corso dell’anno.


Esempio.
L’impresa Alfa Spa riconosce un premio di 300 euro ai clienti che nel corso dell’anno abbiano effettuato acquisti superiori a 20.000 euro.
Supponiamo che il cliente Rossi & C. snc abbia effettuato nel corso dell’anno acquisti per 35.000 euro. Alla fine dell’anno gli viene riconosciuto il premio di 300 euro.


La concessione del premio su acquisti quantitativo è equiparato ad uno sconto o abbuono: esso comporta, infatti, una vera e propria riduzione del prezzo di vendita dei prodotti ceduti in precedenza.

Vediamo come si devono comportare le parti.


La ditta Alfa Spa dovrà emettere nota credito per l’importo di 300 euro + IVA 22%
(L’IVA va applicata con la stessa aliquota della fatturazione principale).

La ditta Rossi & C. snc ricevuta la nota credito provvederà alla sua registrazione come segue:


Scrittura relativa alla nota credito ricevuta

La ditta Alfa Srl potrebbe anche decidere di emettere nota di variazione per il solo ammontare dell’imponibile, senza procedere anche alla rettifica dell’IVA.

In questa seconda ipotesi la nota di variazione emessa dalla Alfa Spa ammonterebbe a soli 300 euro.

Essa andrebbe registrata, dal cliente Rossi & C. snc, nel modo seguente:


Scrittura relativa alla nota di variazione

Poiché i premi su acquisti sono normalmente riconosciuti a fine anno potrebbe sorgere la necessità, al 31/12, di rilevare delle opportune scritture di assestamento (Si veda a tale proposito I premi su acquisti in contabilità).

Il conto Debiti v/fornitori va indicato nello Stato patrimoniale, tra i debiti alla voce D.7, ovvero:


STATO PATRIMONIALE
PASSIVITA’
D) Debiti
7) debiti verso fornitori


I Premi su acquisti di quantità vanno portati, nel Conto economico, in diretta diminuzione dei costi della produzione, ovvero:


CONTO ECONOMICO
B) COSTI DELLA PRODUZIONE
6) per materie prime, sussidiarie, di consumo, merci
costi di acquisto - premi su acquisti di quantità


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net