www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 
 
   

 

Gli altri approfondimenti:


Approfondimenti

 
   
  Ravvedimento sprint - cosa è e come si calcola

 

 

 
 
 

Aggiornato al 05.09.2016

 

Il D.L. n.98 del 2011 ha introdotto, a partire dal 06/07/2011, il cosiddetto ravvedimento sprint o ravvedimento veloce, ovvero il ravvedimento effettuato entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine stabilito per effettuare il versamento di quanto dovuto dal contribuente.

 

In caso di omesso o insufficiente versamento in acconto, versamento periodico o di conguaglio o a saldo dell’imposta risultante dalla dichiarazione, il contribuente è tenuto a pagare una sanzione amministrativa pari al 30% di ogni importo non versato.

 

Esempio.

Omesso versamento di 1.000 euro.

Sanzione amministrativa: 1.000 x 30% = 300.

 

Con l’introduzione del ravvedimento sprint è previsto che chi sana la violazione commessa entro 14 giorni successivi alla scadenza del termine, applica la sanzione ridotta pari ad 1/15 per ciascun giorno di ritardo: quindi la sanzione è pari al 2% per ogni giorno di ritardo (30% x 1/15).

 

Inoltre tale riduzione si aggiunge, per espressa previsione della norma, a quella prevista in caso di ravvedimento breve. Con questa espressione si indicano i casi nei quali si sana la violazione entro il termine di 30 giorni della scadenza con versamento spontaneo di quanto dovuto, degli interessi legali e della relativa sanzione.

In caso di ravvedimento breve è prevista una riduzione della sanzione pari ad 1/10 del minimo (2% x 1/10 = 0,20% per ogni giorno di ritardo).

 

Va poi osservato che, le modifiche introdotte al comma 1 dell'art.13 del DLgs 471/1997, hanno previsto a partire dal 01/01/2016 che, in caso di versamenti effettuati con ritardo non superiore a 90 giorni, la sanzione viene ridotta della metà.

 

Quindi la misura della sanzione in caso di ravvedimento veloce diventa pari allo 0,10% per ogni giorno di ritardo (0,20% x 1/2).

 

 

Esempio:

Omesso versamento di 1.000 euro di IVA.

Data di scadenza 16/07. Poiché la data di scadenza cade di sabato viene posticipata al 18/07.

Versamento effettivo di quanto dovuto in data 25/07.

Giorni di ritardo: 7.

Sanzione applicabile: 0,10% x 7 = 0,70%.

Sanzione dovuta: 0,70% x 1.000 = 7 euro.

Interessi dovuti: l’interesse legale in vigore a partire dal 1/1/2016 è pari allo 0,2% = (1.000 x 7 x 0,2)/ 36.500 = 0,04 euro.

Somma complessivamente dovuta: omesso versamento 1.000 + sanzione 7 + interesse 0,04 =1.007,04.

 

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento: 

Ravvedimento operoso 2015

Ravvedimento operoso tabella

Sanzioni in materia di dichiarazioni

Sanzioni applicabili ai sostituti di imposta

Calcolo interessi ravvedimento operoso

Omesso versamento di imposte

Ravvedimento operoso 2011

Ravvedimento operoso: nuove misure sanzioni

Ravvedimento operoso - sostituti di imposta

Ravvedimento operoso: mancata presentazione modello F24 con saldo zero

Ravvedimento operoso: modelli intrastat

Ravvedimento operoso - IVA

Ravvedimento operoso - ICI

Ravvedimento operoso: imposta di registro

Ravvedimento operoso: tassa di vidimazione libri sociali

Ravvedimento operoso: arrotondamento sanzioni

Interessi legali: nuove misure a partire dal 1° gennaio 2010

Interessi legali: nuova misura 2012

Interessi legali: nuova misura 2014

Interessi legali: nuova misura 2015

Ravvedimento operoso splafonamento IVA


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 
 
Visualizza i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 www.EconomiAziendale.net

 
www.SchedeDiGeografia.net
 
www.StoriaFacile.net
 
www.LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze.net

 
Utilità
 



 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681

 

Per la pubblicità su questo sito invia una mail a Amministrazione@MarchegianiOnLine.net