METODO DEL CONSOLIDAMENTO INTEGRALE

UN ESEMPIO DI APPLICAZIONE DEL METODO DEL CONSOLIDAMENTO INTEGRALE NELLA TEORIA DELLA CAPOGRUPPO

Aggiornato al 26.11.2011

Vediamo, attraverso un esempio concreto, in cosa consiste il metodo del consolidamento integrale nella teoria della capogruppo.

Questo metodo rappresenta una sorta di metodo intermedio tra quello del consolidamento integrale nella teoria dell’entità e quello del consolidamento proporzionale.


Per applicare tale metodo occorre:

  • sommare tra loro i valori inerenti ad ogni voce di bilancio (immobilizzazioni con immobilizzazioni, scorte con scorte e così via);
  • eliminare la partecipazione iscritta nel bilancio della controllante e il capitale netto della controllata. Se vi è una differenza tra questi due valori occorre evidenziare una differenza di consolidamento. Al tempo stesso dobbiamo evidenziare la quota di patrimonio netto di appartenenza di terzi.


Esempio:
immaginiamo la seguente situazione: società Alfa capogruppo – società Beta controllata al 70% da Alfa.

La società Alfa, al 31/12 dell’anno x, presenta il seguente stato patrimoniale:


Stato patrimoniale di Alfa

La società Beta, al 31/12 dell’anno x, presenta il seguente stato patrimoniale:


Stato patrimoniale di Beta

Per prima cosa occorre sommare tra loro i valori inerenti ad ogni voce di bilancio della società Alfa e della società Beta. Poiché il metodo di consolidamento è quello integrale sommiamo i valori delle voci presenti nel bilancio di Alfa con quelli presenti nel bilancio di Beta anche se la partecipazione di Alfa in Beta è solamente del 70%.


Aggregazione delle voci di bilancio

Ora eliminiamo la partecipazione iscritta nel bilancio della controllante e il capitale netto della controllata.

Nel compiere questa operazione dobbiamo tenere presente che il capitale di Beta è pari a 500.

La percentuale detenuta da Alfa in Beta è del 70%, quindi si tratta di

500 x 70% = 350.

Il valore della partecipazione iscritta nel bilancio di Alfa è, invece, pari a 420. Quindi c’è una differenza di consolidamento di 70 (420 – 350).

Ora eliminiamo il capitale netto della controllata che ammonta a 500. Di tale capitale solamente il 70% è detenuto da Alfa (quindi si tratta di 350). Dobbiamo allora evidenziare la quota di appartenenza di terzi al capitale della società Beta che è pari a 150 (500 – 350).


Annullamento della partecipazione

I valori riportati nell’ultima colonna sono quelli che compaiono nel bilancio consolidato di gruppo.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net