www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 

 
   

 

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Spese di pubblicità - come vanno esposte in bilancio a partire dal 2016

 

 

 
 
Aggiornato al 05.09.2016

 

A partire dai bilanci 2016 le spese di pubblicità non sono più capitalizzabili per effetto dell'entrata in vigore del D.Lgs.139/2015.

 

In precedenza i costi di pubblicità capitalizzati venivano esposti nello Stato patrimoniale alla voce  2) delle immobilizzazioni immateriali, insieme ai costi di ricerca e sviluppo.

Attualmente rimangono capitalizzabili i soli costi di sviluppo.

 

Prima dell'entrata in vigore del D.Lgs. 139/2015 le spese di pubblicità, erano capitalizzabili alle stesse condizioni previste per i costi di impianto e di ampliamento e i costi di ricerca e sviluppo. Di conseguenza la capitalizzazione dei costi in questione era ammissibile se per essi era prevista un’utilità pluriennale e, nel caso di società con presenza del collegio sindacale, con il consenso di tale organo

 

Affinché si potesse procedere alla capitalizzazione delle spese di pubblicità era necessario dimostrare una adeguatezza tra i costi sostenuti e i ricavi che l’impresa prevedeva di avere in seguito al loro sostenimento. 

La capitalizzazione di queste spese, pur in presenza dei requisiti richiesti, non era un obbligo per i redattori di bilancio, bensì una facoltà: ragioni prudenziali potevano sempre far ritenere più opportuno non procedere ad una capitalizzazione di tali spese.

 

Attualmente è stata eliminata la possibilità, per le imprese che redigono il bilancio in base ai principi contabili nazionali, di capitalizzare le spese di pubblicità così come prevedono anche gli IAS. Infatti, secondo quanto previsto dallo IAS 38, le spese di pubblicità non possono essere capitalizzate, ma devono essere portate a Conto economico nell’esercizio in cui esse sono sostenute.    

 

A partire dal 2016, i costi di pubblicità dovranno essere considerati sempre ed esclusivamente costi di esercizio da rilevare tra i costi per servizi voce B-7 del Conto Economico.

 
   
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Spese di pubblicità capitalizzate prima del 2016

Bilanci 2016

Spese di pubblicità: quando sono capitalizzabili

Spese di pubblicità: come concorrono alla formazione del reddito

Spese di rappresentanza

Spese di pubblicità e di rappresentanza: caratteri distintivi

Spese di rappresentanza e party aziendali

Riserve vincolate in presenza di costi pluriennali non ammortizzati

Riserve di utili e costi pluriennali non ammortizzati

Spese relative a più esercizi


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681