www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Spese di pubblicità capitalizzate prima del 2016 - come comportarsi con le spese di pubblicità capitalizzate in bilancio prima del 2016

 

 

 
 
 
Approfondimento del 05.09.2016

 

A partire dal bilancio 2016 i costi di pubblicità non potranno più essere capitalizzati.

Potrebbe accadere che l'impresa abbia ancora iscritti in bilancio delle spese di pubblicità capitalizzate in esercizi precedenti e non ancora completamente ammortizzate. Come occorrerà comportarsi con esse.

 

La bozza sull'OIC 24 (immobilizzazioni immateriali) attualmente in consultazione prevede tale soluzione:

  • i costi di pubblicità precedentemente capitalizzati e non ancora completamente ammortizzati possono essere riclassificati tra i costi di impianto ed ampliamento (B.I.1) se soddisfano gli attuali requisiti per la capitalizzazione di tali costi. 

Ricordiamo che per costi di impianto e di ampliamento si intendono i costi che si sostengono in modo non ricorrente in alcuni caratteristici momenti del ciclo di vita della società, quali la fase pre-operativa o quella di accrescimento della capacità operativa.

In questo caso i costi di pubblicità riclassificati in tale voce, verranno ammortizzati in base alle regole previste per l'ammortamento dei costi di impianto ed ampliamento che sono del tutto analoghe a quelle che erano previste per i costi di pubblicità.

In particolare i costi di impianto ed ampliamento devono essere ammortizzati entro un periodo non superiore a 5 anni. Inoltre, fino a che l'ammortamento non è completato possono essere distribuiti dividenti solo se residuano riserve disponibili sufficienti a coprire l'ammontare dei costi non ammortizzati;

Esempio di scrittura da redigere:

supponiamo che in contabilità al 31.12.2015 risultino spese di pubblicità capitalizzate e non ammortizzate pari a 12.000 euro.

Costi di impianto e di ampliamento

a

Spese di pubblicità

 

12.000

 

 

 

 

 

 

  • se i costi di pubblicità precedentemente capitalizzati e non ancora ammortizzati non presentano i requisiti per la riclassificazione tra i costi di impianto e di ampliamento dovranno essere eliminati dallo Stato patrimoniale imputando tali costi ad utili o perdite portati a nuovo (A.VIII) o ad un'altra voce del Patrimonio netto.

Esempio di scrittura da redigere:

supponiamo che in contabilità al 31.12.2015 risultino spese di pubblicità capitalizzate e non ammortizzate pari a 12.000 euro.

Utili da portare a nuovo

a

Spese di pubblicità

 

12.000

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Spese di pubblicità: loro esposizione in bilancio a partire dal 2016

Spese di pubblicità: quando sono capitalizzabili

Le spese di pubblicità: deducibilità fiscale

Spese di pubblicità e di rappresentanza

Costi di impianto e di ampliamento: quando sono capitalizzabili

Capitalizzazione costi di impianto e di ampliamento

Ammortamento costi di impianto e di ampliamento

OIC 24 e spese di impianto e di ampliamento

Riserve vincolate in presenza di costi pluriennali non ammortizzati

Riserve di utili e costi pluriennali non ammortizzati

Bilanci 2016

Nuovo schema di Stato Patrimoniale 2016


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681