SCONTI INCONDIZIONATI

IL TRATTAMENTO, AI FINI IVA, DEGLI SCONTI INCONDIZIONATI

Aggiornato al 05.09.2016

Lo sconto incondizionato prende questo nome perché esso è concesso al cliente senza essere subordinato al verificarsi di specifiche condizioni.

Un tipico esempio di sconto incondizionato è quello concesso ai clienti più importanti dell’azienda.

Vediamo come tale sconto va considerato ai fini IVA e come si presenta la fattura nella quale esso è previsto.

Ai fini IVA lo sconto incondizionato deve essere portato in diminuzione del prezzo del bene al fine di determinare l’imponibile.

Quindi, l’IVA si applica sul prezzo dei beni al netto dello sconto.


Esempio:
l’impresa Alfa Srl stipula un contratto di vendita col cliente Rossi. Il valore della merce venduta ammonta a 10.000 euro + IVA 22%. Al cliente Rossi viene normalmente praticato il 5% di sconto sul prezzo di listino.


Fattura n.....del....


Fattura con sconto incondizionato

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net