SPESE ACCESSORIE DI VENDITA

LA REGISTRAZIONE CONTABILE DELLE SPESE ACCESSORIE DI VENDITA

Aggiornato al 05.09.2016

La vendita di merci e di prodotti può comportare il sostenimento di spese accessorie di vendita, come spese di trasporto, di carico e scarico, spese di assicurazione, ecc..


Questi costi possono essere:

  • a carico del venditore;
  • a carico del compratore.

E' anche possibile che le spese di trasporto siano a carico del compratore, ma vengano anticipate dal venditore.


Vediamo quali scritture in partita doppia esse possono generare.

  1. SPESE ACCESSORIE DI VENDITA A CARICO DEL VENDITORE.

    Il venditore si accolla le eventuali spese accessorie di vendita. Di ciò potrà tenere conto nella determinazione del prezzo di vendita.


    Esempio:
    l’impresa Alfa Srl cede 10.000 euro di merci al Cliente Rossi. IVA 22%.
    Le spese di trasporto ammontano a 500 euro + IVA 22%. L’impresa Alfa si accolla l’onere di tali spese.


    • DITTA ALFA

      Le scritture in partita doppia, rilevate dalla ditta Alfa Srl, saranno:

      • vendita delle merci


        Scrittura relativa alla vendita delle merci

      • sostenimento spese di trasporto


        Scrittura relativa al sostenimento delle spese di trasporto

        Volendo, anziché rilevare in DARE il conto Spese di trasporto si potrebbe movimentare anche un conto Spese di vendita.


    • DITTA ROSSI

      Il cliente Rossi, invece, registrerà in partita doppia semplicemente la fattura di acquisto della merce:


      Scrittura relativa all'acquisto della merce


  2. SPESE ACCESSORIE DI VENDITA A CARICO DEL COMPRATORE.

    Il compratore si accolla le eventuali spese accessorie di vendita.


    Esempio:
    l’impresa Alfa Srl cede 10.000 euro di merci al Cliente Rossi. IVA 22%.
    Le spese di trasporto ammontano a 500 euro + IVA 22%. L’impresa Rossi si accolla l’onere di tali spese.

    • DITTA ALFA

      La scritture in partita doppia, rilevata dalla ditta Alfa, sarà esclusivamente quella della vendita delle merci:


      Scrittura relativa alla vendita della merce

    • DITTA ROSSI

      L’impresa Rossi, invece, registrerà la fattura di acquisto e la fattura del corriere per le spese di trasporto sostenute:

      • acquisto delle merci


        Scrittura relativa all'acquisto delle merci

      • sostenimento spese di trasporto


        Scrittura relativa al sostenimento delle spese di trasporto


  3. SPESE ACCESSORIE A CARICO DEL COMPATORE, MA ANTICIPATE DAL VENDITORE.

    Può accadere che le spese accessorie, se pur poste a carico del compratore, siano anticipate dal venditore.


    Esempio:
    l’impresa Alfa Srl cede 10.000 euro di merci al Cliente Rossi. IVA 22%.
    Le spese di trasporto ammontano a 500 euro + IVA 22%. L’impresa Rossi si accolla l’onere di tali spese che, tuttavia, sono anticipate dall’impresa Alfa.

    • DITTA ALFA

      Al momento in cui l’impresa Alfa sostiene le spese di trasporto deve registrare un credito verso il cliente Rossi, come segue:


      Scrittura relativa al sostenimento delle spese di trasporto

      Al momento dell’emissione della fattura si possono verificare due ipotesi distinte:

      • le spese di trasporto sono documentate, cioè risultano da una fattura intestata al cliente Rossi. La fattura emessa dalla ditta Alfa comprende le spese anticipate che non sono soggette ad IVA.


        Scrittura relativa a spese di trasporto documentate

      • le spese di trasporto non sono documentate, cioè non risultano da una fattura intestata al cliente Rossi, ma da una fattura intestata alla ditta Alfa. La fattura emessa dalla ditta Alfa comprende le spese anticipate che sono soggette ad IVA (IVA 10.610 x 22%).


        Scrittura relativa spese di trasporto non documentate




 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net