SCONTI E PREMI NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

IL TRATTAMENTO AI FINI IVA DEI BONUS QUANTITATIVI NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

Aggiornato al 05.09.2016

Le imprese produttrici di beni di largo consumo possono accordare alle aziende della grande distribuzione dei bonus di tipo quantitativo , cioè accordano una somma di denaro al raggiungimento di un determinato volume di vendite.

Ai fini IVA tali somme sono equiparate ad abbuoni o sconti previsti dagli accordi contrattuali, che vanno a ridurre il prezzo di vendita.


Pertanto:

  • se gli sconti sono immediatamente applicabili vanno esposti direttamente in fattura in modo tale che l’importo che risulta rappresenta l’effettivo corrispettivo.


    Esempio.
    Prezzo di vendita: 10.000
    - Sconto: 1.000
    = Imponibile: 9.000
    IVA: (22%
    x 9.000): 1.980
    Totale (9.000 + 1.980) = 10.980


  • se le condizioni contrattuali prevedono l’applicazione dello sconto successivamente al verificarsi di determinate situazioni, l’impresa fornitrice dovrà procedere all’emissione di una nota di credito.


    Esempio.

    Fattura
    Prezzo di vendita: 10.000
    IVA (22%
    x 10.000) = 2.200
    Totale: 12.200

    Nota credito
    Imponibile: 1.000
    IVA: (22%
    x 1.000) = 220
    Totale: 1.220


    La nota credito deve contenere le seguenti indicazioni:

    • tipologia di sconto/premio, condizionato o incondizionato , o in alternativa il riferimento all’accordo se già stipulato;
    • prodotti sul cui acquisto è applicato lo sconto/premio, se essi sono elementi rilevanti;
    • indicazione della fattura cui si riferisce;
    • riferimento alla normativa IVA applicata;
    • periodo di riferimento.

    Per ciascuna nota credito emessa occorre conservare l’accordo quadro, cioè il documento contenente le condizioni che regolano i rapporti commerciali tra il produttore e il distributore.

    Nel caso di un accordo quadro generico, che cioè non individua nel dettaglio le attività promozionali da svolgere, è necessario conservare l’ accordo integrativo con i dettagli delle attività effettivamente concordate (piano promozionale).


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net