www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 

 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Deducibilità dei compensi agli amministratori - le regole contenute nel TUIR circa la deducibilità dei compensi agli amministratori

 

 

 
 

 

Approfondimento del  26.11.2011

 

L’art.95 del TUIR, comma 5, stabilisce che i compensi spettanti agli amministratori delle società sono deducibili nell’esercizio in cui sono corrisposti. Quelli erogati sotto forma di partecipazione agli utili sono deducibili anche se non imputati a Conto economico.

 

La norma in questione introduce per i compensi agli amministratori una deroga rispetto al consueto principio di competenza impiegato nella determinazione del reddito d’impresa. Tali compensi, infatti, sono deducibili secondo il principio di cassa: quindi nell’esercizio di pagamento del compenso e non in quello di competenza.

 

Esempio 1:

Compenso spettante agli amministratori per l’attività svolta nell’esercizio x: 1.000;

Pagamento del compenso nell’esercizio x.

 

Nel Conto economico dell’impresa relativo all’esercizio x comparirà il costo per servizi di 1.000.

Tale costo sarà fiscalmente deducibile sempre nell’esercizio x.

 

 

Esempio 2:

Compenso spettante agli amministratori per l’attività svolta nell’esercizio x: 1.000;

Pagamento del compenso nell’esercizio x+1.

 

Nel Conto economico dell’impresa relativo all’esercizio x comparirà il costo per servizi di 1.000.

Non essendo stato pagato tale compenso nell’esercizio x esso non sarà deducibile.

Nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno x si dovrà quindi apportare una rettifica in aumento di 1.000.

Nell’esercizio x+1 il compenso viene pagato.

Esso non comparirà nel Conto economico dell’esercizio x+1, ma sarà fiscalmente deducibile.

Nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno x+1 si dovrà quindi apportare una rettifica in diminuzione di 1.000.

 

Il principio di cassa da applicare è quello allargato. Ovvero i compensi relativi all’anno x si considerano pagati nell’anno x se corrisposti entro il 12 gennaio dell’anno x+1.

 

Esempio:

Compenso spettante agli amministratori che non svolgono attività professionale per l’esercizio x: 1.000;

Pagamento del compenso il 10 gennaio dell’anno x+1.

 

Fiscalmente il compenso si considera pagato nell’anno x ed è quindi deducibile in tale anno.

 

 

Il criterio di cassa allargato è stabilito all’art.51, comma 1, del TUIR nell’ambito della determinazione del reddito di lavoro dipendente, infatti i redditi percepiti dagli amministratori sono di norma assimilati ai redditi di lavoro dipendente.

Il criterio di cassa allargato, di conseguenza, non è applicabile per gli amministratori lavoratori autonomi che svolgono mansioni che rientrano nell’oggetto della propria professione o che esercitano una professione oggettivamente connessa con l’attività dell’impresa.

In questi casi si applica sì il criterio di cassa, ma non il criterio di cassa allargato.

 

Vediamo cosa accade se il compenso viene erogato sotto forma di partecipazione agli utili.

Il compenso corrisposto agli amministratori non verrà imputato a Conto economico poiché per la società non rappresenta un costo, bensì la destinazione di un utile.

Il compenso, tuttavia, è sempre deducibile fiscalmente. Anche in questo caso si applica il criterio di cassa allargato.

 

Esempio:

Compenso spettante agli amministratori, sotto forma di partecipazione agli utili, per l’attività svolta nell’esercizio x: 1.000;

Pagamento del compenso nell’esercizio x+1.

 

Il compenso non compare nel Conto economico trattandosi di una destinazione di utile.

Il compenso è deducibile nell’esercizio di pagamento x+1.

Nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno x+1 si dovrà quindi apportare una rettifica in diminuzione di 1.000.

 

 

Quindi in sintesi:

 

COMPENSO IN MISURA FISSA

  • Amministratore che non esercita attività di lavoro autonomo

  • Amministratore che esercita attività di lavoro autonomo non  connessa con l’attività della società

 

Compenso deducibile per la società secondo il principio di cassa allargato (12 gennaio anno successivo).

  • Amministratore Dottore commercialista o Ragionerie commercialista

  • Amministratore che esercita attività di lavoro autonomo connessa con l’attività della società

 

Compenso deducibile per la società secondo il principio di cassa (entro il 31 dicembre dell’anno).

PARTECIPAZIONE AGLI UTILI

  • Amministratore che non esercita attività di lavoro autonomo

  • Amministratore che esercita attività di lavoro autonomo non  connessa con l’attività della società

 

Compenso deducibile per la società secondo il principio di cassa allargato (12 gennaio anno successivo).

 

  • Amministratore Dottore commercialista o Ragionerie commercialista

  • Amministratore che esercita attività di lavoro autonomo connessa con l’attività della società

 

 

Compenso deducibile per la società secondo il principio di cassa (entro il 31 dicembre dell’anno).

 

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento: 

Compenso agli amministratori

Compenso amministratori: aspetti fiscali e previdenziali

Compensi amministratori in misura fissa

Compensi agli amministratori professionisti

Delibera dei compensi spettanti agli amministratori

Deducibilità dei compensi spettanti agli amministratori- requisiti necessari

Partecipazione agli utili degli amministratori

Partecipazione agli utili dell'amministratore professionista

Rimborsi spese degli amministratori

Adempimenti INPS amministratori

Trattamento di fine mandato

Trattamento di fine mandato: scritture contabili

Indennità di fine mandato e polizza di assicurazione


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   

 
 
 
 

 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681