www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 

 

 

   

 

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Il diritto d'autore - il suo trattamento ai fini delle imposte dirette

 

 

 
 
 
Approfondimento del 28.09.2015

 

I redditi conseguiti in seguito all'utilizzazione economica delle opere dell'ingegno sono considerati e trattati diversamente, per ciò che concerne le imposte dirette, a seconda del soggetto che li percepisce.

I redditi conseguiti dall'autore o dall'inventore dell'opera sono considerati redditi di lavoro autonomo, a meno che non siano conseguiti nell'ambito di imprese commerciali (art.53, comma 2, lettera b) TUIR). Si tratta della stragrande maggioranza dei casi: quando l'autore dell'opera è una persona fisica e cede i diritti di utilizzazione delle sue opere.

I redditi conseguiti da soggetti diversi dall'autore, come nel caso di eredi, sempre che non siano conseguiti nell'ambito di imprese commerciali, sono considerati redditi diversi (art. 67, comma 1, lettera g, TUIR).

I redditi conseguiti nell'ambito di imprese commerciali sono considerati come redditi di impresa.

Da questo differente inquadramento deriva anche un differente trattamento fiscale.

 

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO
Ambito di applicazione della norma: Diritti conseguiti direttamente dall'autore 
Criterio di tassazione: Criterio di cassa

 

Determinazione del reddito imponibile: Il reddito imponibile è costituito dall'ammontare dei proventi in denaro o in natura percepiti nel periodo d'imposta, anche sotto forma di partecipazione agli utili, ridotto del 25% a titolo di deduzione forfettaria delle spese.

La deduzione forfettaria delle spese è elevata al 40% se i diritti sono percepiti da soggetti di età inferiore a 35 anni.

Esempio:

diritti percepiti nel corso dell'anno: 3.500 euro

autore con più di 35 anni. Deduzione forfettaria 25%.

 

Reddito imponibile: 

Reddito percepito 3.500
- Deduzione forfettaria (3.500 x 25%) - 875
= Reddito imponibile = 2.625

 

Ritenuta d'acconto: Sull'imponibile va applicata la ritenuta d'acconto del 20%.

 

Esempio precedente:

 

Reddito percepito 3.500
- Deduzione forfettaria (3.500 x 25%) - 875
= Reddito imponibile = 2.625
- Ritenuta (2.625 x 20%) - 525
= Importo corrisposto all'autore = 2.100

 

Dichiarazione dei redditi: Il reddito va indicato:
  • nel quadro RL del modello Unico

oppure

  • nel quadro D del modello 730.

 

Autori non residenti I compensi per diritti d'autore corrisposti a soggetti non residenti sono assoggettati:
  • a ritenuta a titolo di imposta del 30% sul 75% dei compensi se corrisposti all'autore o ad un soggetto che ha acquisito il diritto a titolo oneroso;
  • a ritenuta a titolo di imposta del 30% sul 100% dei compensi se corrisposti ad un soggetto che ha acquisito il diritto a titolo gratuito.

Occorre in ogni caso tenere conto di quanto previsto dalle convenzioni contro le doppie imposizioni.

 

REDDITI DIVERSI
Ambito di applicazione della norma: Diritti percepiti da soggetti diversi dagli autori 
Criterio di tassazione: Criterio di cassa

 

Determinazione del reddito imponibile: Il reddito imponibile è costituito:
  • dall'intero ammontare dei proventi percepiti nel periodo d'imposta, se il diritto è stato acquisito a titolo gratuito o per successione;
  • dall'ammontare dei proventi percepiti nel periodo d'imposta, ridotto del 25%, se il diritto è stato acquisito a titolo oneroso.
Ritenuta d'acconto: Sull'imponibile va applicata la ritenuta d'acconto del 20%.

 

Dichiarazione dei redditi: Il reddito va indicato:
  • nel quadro L del modello Unico

oppure

  • nel quadro D del modello 730.

 

 

REDDITI D'IMPRESA
Ambito di applicazione della norma: Diritti percepiti dall'editore 
Criterio di tassazione: Criterio di competenza

 

Determinazione del reddito imponibile: Il reddito imponibile è costituito dall'intero ammontare dei corrispettivi percepiti.

Le quote di ammortamento del costo dei diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno sono deducibili in misura non superiore al 50% del costo.

 

 
 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Diritti d'autore per i soggetti forfettari


 

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681