www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:

 


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
 

Clienti c/anticipi - come vanno indicati nel bilancio

 

 

 
 
 
Approfondimento del 30.09.2010

 

L’art.2424 del Codice civile stabilisce quella che è la struttura dello Stato Patrimoniale.

 

La macro categoria D del passivo riporta i debiti con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo.

 

La voce D6 della macro-categoria riguarda gli acconti.

 

Quindi:

STATO PATRIMONIALE

PASSIVO

D – Debiti – con separata indicazione degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo

  D- 6 – Acconti.

 

Le somme anticipate dai clienti ai loro fornitori, prima della consegna della merce o della prestazione del servizio e registrate contabilmente nel conto Clienti c/anticipi compaiono in bilancio alla voce Acconti dei debiti (D-6 del passivo).

 

Tale voce rileva:

  • gli anticipi ricevuti dai clienti a fronte di forniture di beni non ancora effettuate;

  • gli anticipi ricevuti dai clienti a fronte di prestazioni di servizi non ancora effettuate.

 

Tali acconti compaiono nel passivo dello Stato patrimoniale fino a quando le relative vendite o le prestazioni di servizi non sono effettuate e il relativo ricavo non è stato contabilizzato.

 

Vediamo, allora, come il conto Clienti c/anticipi confluisce in bilancio.

 

Ipotizziamo il caso di un’azienda che abbia ricevuto un anticipo da un cliente. Al momento della emissione della fattura relativa a tale anticipo si apre il conto Clienti c/anticipi.

 

Se, alla data di chiusura dell’esercizio, il conto Clienti c/anticipi non è stato ancora chiuso in quanto non è stata ancora effettuata la consegna delle merci o non è stata ultimata la prestazione del servizio, l’importo di tale conto confluirà in bilancio tra i debiti del passivo come Acconto (D-6 passivo).

 

Il conto Clienti c/anticipi viene chiuso contabilmente nel momento in cui l’impresa provvede ad emettere la fattura relativa alla consegna delle merci o alla ultimazione della prestazione del servizio.

Dunque, se alla data di chiusura dell’esercizio il conto Clienti c/anticipi risulta chiuso esso non confluirà in bilancio in quanto si sarà provveduto a rilevare il ricavo derivante dalla vendita o dalla prestazione del servizio.

 

Ricordiamo che tale rilevazione va fatta:

  • alla data della consegna o della spedizione dei beni nel caso di vendita di beni mobili;

  • alla data in cui le prestazioni sono ultimate in caso di prestazione di servizi.

 

 

Ricapitolando.

 

Pagamento dell’acconto da parte del cliente

Si apre il conto

CLIENTI C/ANTICIPI

Chiusura dell’esercizio

Il conto CLIENTI C/ANTICIPI confluisce alla voce Acconti (STATO PATRIMONIALE – PASSIVO –D DEBITI – 6 ACCONTI)

Consegna delle merci o

Ultimazione della prestazione del servizio

Rilevazione del RICAVO e chiusura del conto CLIENTI C/ANTICIPI

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Anticipi da clienti

Fatturazione acconti

Registrazione anticipi da clienti

Gli acconti in bilancio

Pagamento anticipato, immediato e differito

Registrazione anticipi a fornitori

Anticipo a fornitori per acquisto immobilizzazioni

Fornitori c/anticipi


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681