Vai alla home page Scrivici una e-mail Chi sono Collabora col sito
       
Ricerca personalizzata

 

Iscriviti alla newsletter


Questo sito utilizza cookies. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a qualunque argomento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies.

 

Visualizza i nostri approfondimenti  
Accedi ai nostri corsi gratuiti  
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping  

 

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 
Siti partner:  

 
   
www.SchedeDiGeografia.net  
 
 
www.StoriaFacile.net - Per studiare la storia con facilità  
 
 
Utilità  
   
 

 

 
 
 
 
 
 

 
 

 

 

   

 

 

Gli altri approfondimenti:


Approfondimenti

 
   
  R.O.E. - Indice di redditività del capitale proprio

 

 

 
 
 
Approfondimento del 14.03.2008

 

La sigla R.O.E. è utilizzata per indicare la redditività del capitale proprio (in inglese Return On Equity).

 

Il R.O.E.  non è altro che il rapporto tra il reddito netto conseguito nel corso dell’esercizio e il valore del capitale proprio impiegato in media nel corso dello stesso esercizio.

 

L’indice in questione, detto anche saggio del reddito, può essere espresso nel modo seguente:

 

ROE = Rn / N

 

DOVE

Rn = reddito netto dell’esercizio (utile o perdita)

N = capitale proprio impiegato in media nell’esercizio

 

Vediamo alcuni esempi di calcolo di tale indice.

 

Esempio 1.

Utile netto dell’esercizio x: 130.000 euro

Capitale proprio 31/12/anno x-1: 1.400.000 euro

Capitale proprio 31/12/anno x: 1.400.000 euro

 

In questo caso il capitale proprio all’inizio e alla fine dell’esercizio coincidono e sono, quindi, pari anche al loro valore medio. L’indice di redditività netta sarà uguale a:

 

ROE = Rn / N = 130.000 / 1.400.000 = 0,0928

 

Normalmente questo indice è espresso in termini percentuali per cui avremo:

 

0,0928 x 100 = 9,28%

 

 

Esempio 2.

Utile netto dell’esercizio x: 160.000 euro

Capitale proprio 31/12/anno x-1: 1.320.000 euro

Capitale proprio 31/12/anno x: 1.400.000 euro

 

In questo caso il capitale proprio all’inizio e alla fine dell’esercizio non coincidono, quindi è necessario innanzi tutto calcolare il valore medio:

 

Rn = 1.320.000 + 1.400.000 = 2.720.000 / 2= 1.360.000

 

ROE = Rn / N = 160.000 / 1.360.000 = 0,1176

 

0,1176 x 100 = 11,76%

 

 

Esempio 3.

Perdita dell’esercizio x: 50.000 euro

Capitale proprio 31/12/anno x-1: 1.000.000 euro

Capitale proprio 31/12/anno x: 900.000 euro

 

In questo caso l’esercizio si è chiuso con una perdita, quindi il numeratore del nostro rapporto assumerà valore negativo.

 

Rn = 1.000.000 + 900.000 = 1.900.000 /  2 = 950.00

 

ROE = Rn / N = - 50.000 / 950.000 = - 0,0526

 

- 0,0526 x 100 = -5,26%

 

 

Il R.O.E. esprime il rendimento economico del capitale di rischio per l’esercizio considerato. Tale indice viene normalmente impiegato per mostrare in modo sintetico l’economicità complessiva della gestione nell’esercizio considerato.

 

I valori che il R.O.E. può assumere sono i seguenti:

 

zero

Se Rn = 0 ovvero quando l’esercizio si è chiuso in pareggio

> zero

Se Rn > 0 ovvero quando l’esercizio si è chiuso con un utile

< zero

Se Rn < 0 ovvero quando l’esercizio si è chiuso con una perdita

 

Nella tabella precedente abbiamo sempre considerato che il capitale proprio sia un valore positivo, quindi abbiamo tralasciato l’ipotesi di passivo scoperto.

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

R.O.I.

La leva finanziaria

ROS

Gli indici nel conto economico

Analisi per indici


 

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

Problemi con la matematica?


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 01685640680

___

Siti amici