www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 

 
   

 

Gli altri approfondimenti:

 


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Costo medio ponderato per movimento - la valorizzazione degli scarichi di magazzino con il criterio del costo medio ponderato per ogni singolo movimento

 

 

 
 
 

Approfondimento del 16.05.2009

 

Uno dei metodi di valorizzazione degli scarichi di magazzino più adottati consiste nel criterio del costo medio ponderato. Con questo criterio agli scarichi di magazzino viene attribuito un valore pari ad una media aritmetica dei costi di acquisto del bene ponderata per tenere conto delle quantità acquistate.

 

Il criterio del costo medio può essere calcolato per singolo movimento oppure può essere determinato con riferimento ad un certo periodo di tempo (una settimana, un mese, un anno).

 

In questo approfondimento ci soffermeremo sul calcolo del costo medio ponderato per movimento.

L’applicazione di questo criterio di valutazione degli scarichi si ha quando, dopo ogni entrata, viene rideterminato il costo medio ponderato  con il quale si procede ai successivi scarichi.

 

Vediamo come si applica questo metodo attraverso con un esempio pratico.

 

Esempio.

Un’impresa ha, in data 1/5, in magazzino, 200 pezzi della merce A. Il costo di acquisto ammonta  a 50 euro il pezzo.

Nel corso del mese vengono effettuate le seguenti operazioni:

5/5 – acquistati 500 pezzi della merce A. Prezzo unitario di acquisto 55 euro.

6/5 – prelevati 100 pezzi della merce A

7/5 – prelevati 200 pezzi della merce A

8/5 – acquistati 50 pezzi della merce A. Prezzo unitario di acquisto 60 euro.

9/5 – prelevati 300 pezzi della merce A.

 

Vediamo come va effettuata la valorizzazione degli scarichi di magazzino:

 

Data

Descrizione

Pezzi

Prezzo unitario

Importo complessivo

Di carico

Di scarico

01/05

Scorta iniziale

+ 200

50

 

+ 10.000

05/05

Acquisto

+ 500

55

 

+ 27.500

 

 

+ 700

 

 

+ 37.500

06/05

Prelievo

- 100

 

53,57 (1)

- 5.357

 

 

+ 600

 

 

32.143

07/05

Prelievo

- 200

 

53,57 (2)

-10.714

 

 

+ 400

 

 

+ 21.429

08/05

Acquisto

+ 50

60

 

+ 3.000

 

 

+ 450

 

 

+ 24.429

09/05

Prelievo

- 300

 

54,29 (3)

- 16.287

 

 

+ 150

 

 

+ 8.142

 

(1) Il valore dello scarico viene determinato dividendo il valore della scorta esistente per la rispettiva quantità: 37.500/ 700 = 53,57

(2) Il valore dello scarico, in questo caso, è dato da: 32.143/ 600 = 53,57. Poiché non sono stati effettuati acquisti tra questo scarico e il precedente, i due valori di scarico coincidono.

(3) Il valore dello scarico, in quest’ultimo caso, è determinato nel modo seguente: 24.429/ 450 = 54,29

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

LIFO

FIFO

Criterio del costo effettivo

Costo medio ponderato per periodo

Costo semplice

Furto di magazzino

Contabilità di magazzino - termini di registrazione

Rimanenze di magazzino


Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 

 
 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681