ACQUISTO OBBLIGAZIONI

SCRITTURE IN PARTITA DOPPIA

Aggiornato al 14.03.2009

Vediamo attraverso un esempio, quali scritture occorre redigere in caso di acquisto di titoli obbligazionari . A tal fine ipotizziamo il caso di obbligazioni con cedole.

I dati dai quali partiamo sono i seguenti:

  • valore nominale dei titoli: 100.000 euro;
  • corso secco: 96,00;
  • data di acquisto: 01/11/ anno x;
  • scadenza cedole: 01/02 - 01/07;
  • tasso di interesse: 8%;
  • commissione bancaria: 0,50% del valore nominale.

Ecco la scrittura da redigere:


Acquisto di titoli obbligazionari

Vediamo come sono stati determinati i valori indicati nella scrittura.


Titoli obbligazionari:


Valore dei titoli obbligazionari


Cedole in corso:


Cedolare in corso

La rilevazione delle cedole in corso di maturazione è dovuta al fatto che, il compratore paga al venditore, oltre al valore del titolo, anche gli interessi già maturati alla data dell’acquisto, che saranno però riscossi dall’acquirente alla scadenza della cedola.


Commissioni bancarie:


Commissioni bancarie

I titoli obbligazionari, andranno indicati nello Stato patrimoniale, tra le immobilizzazioni finanziarie o nell’attivo circolante, a seconda che l’investimento sia destinato a rimanere durevolmente nell’impresa o sia destinato a tornare in forma liquida nel breve periodo.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net