www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 
 
   

 

Gli altri approfondimenti:

 


Approfondimenti

 
   
  Gli indici strutturali - gli indici di bilancio usati per la conoscenza della struttura patrimoniale dell'impresa

 

 

   
 
 
   
Approfondimento del 30.09.2010

 

 

Tra gli indici di bilancio una categoria molto importante è costituita da quegli indici che vanno ad analizzare la struttura del patrimonio dell’impresa: essi prendono comunemente il nome di indici strutturali.

 

Il loro scopo è quello di evidenziare:

 

  • la composizione degli impieghi;

  • la composizione delle fonti;

  • le corrispondenze tra impieghi e fonti.

 

Gli indici strutturali, a loro volta, si differenziano in:

  • indici di composizione che si distinguono in indici strutturali semplici o indicatori di prima linea e indici strutturali composti o indicatori di seconda linea;

  • indici di correlazione.

 

Gli indici di composizione hanno come obiettivo principale quello di evidenziare la composizione degli impieghi e delle fonti di finanziamento.

 

Gli indici strutturali semplici evidenziano il peso che ogni classe degli impieghi o delle fonti ha sul relativo totale.

 

Gli indici strutturali composti evidenziano, invece, il rapporto tra due classi degli impieghi o due classi delle fonti.

 

Entrambi questi indici, dunque, calcolano il rapporto tra una parte del tutto e il tutto (esempio una parte degli impieghi e il totale degli impieghi oppure una parte degli impieghi immobilizzati e gli impieghi immobilizzati).

 

Gli indici di correlazione evidenziano le relazioni esistenti tra diverse classi di impieghi e diverse classi di fonti.

 

Sono esempi di indici di correlazione gli indici di indipendenza finanziaria, gli indici di copertura delle immobilizzazioni e altri ancora.

 

Gli indici di correlazione sono strettamente collegati con i margini di struttura (il margine di struttura, il margine di tesoreria, il capitale circolante netto) che non sono altro che la differenza tra singole classi di impieghi e di fonti.

Essi si differenziano dagli indici in quanto non si tratta di quozienti e non sono calcolati come il rapporto tra due grandezze, bensì come differenza tra due grandezze.

 

Ricapitoliamo quanto detto con l’aiuto di una tabella.

 

INDICI STRUTTURALI:

 

Struttura patrimoniale dell’impresa

INDICI DI COMPOSIZIONE:

  • Indicatori di prima linea

 

 

  • Indicatori di seconda linea

Composizione degli impieghi

Composizione delle fonti

Rapporto tra una classe di impieghi e il totale degli impieghi

Rapporto tra una classe di fonti e il totale delle fonti

Rapporto tra due classi di impieghi

Rapporto tra due classi di fonti

 

INDICI DI CORRELAZIONE

Correlazione tra impieghi e fonti

 

 

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Gli indici di composizione

Indici di composizione

Gli indici di correlazione

Struttura finanziaria dell'impresa

Stato patrimoniale riclassificato

Struttura finanziaria dell'impresa

Analisi per indici


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 
 
Visualizza i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 www.EconomiAziendale.net

 
www.SchedeDiGeografia.net
 
www.StoriaFacile.net
 
www.LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze.net

 
Utilità
 



 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681

 

Per la pubblicità su questo sito invia una mail a Amministrazione@MarchegianiOnLine.net