www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 
 
   

 

Gli altri approfondimenti:

 

Approfondimenti

 
   
  Fabbisogno finanziario - Come determinarlo con lo stato patrimoniale - a cura di www.best-control.it

 

 

 
 
 
Approfondimento del 03.05.2008

 

La determinazione del fabbisogno finanziario è insita nella determinazione del budget finanziario.

 

Solitamente il budget finanziario comprende il budget degli investimenti, il budget di cassa e il budget patrimoniale. Quest'ultimo elaborato può

essere da solo creato e utilizzato per determinare in pochissimo tempo le necessità finanziarie.

 

Per formulare una previsione delle necessità finanziarie bisogna disporre di un budget economico (da cui estrarre i valori e soprattutto l'utile previsto) (si veda a tale proposito "budget economico") e dello stato patrimoniale di apertura all'inizio dell'esercizio.

 

Per determinare il fabbisogno finanziario è necessario calcolare i valori dello stato patrimoniale a fine esercizio determinando l'esposizione bancaria conseguente allo sbilancio tra impieghi finanziari (attività) e le fonti finanziarie (passività); in pratica l'esposizione bancaria rappresenta quanto capitale di terzi deve essere richiesto alle istituzioni bancarie o finanziarie in genere per sopperire alle necessità del periodo oltre all'autofinanziamento prodotto dall'utile d'esercizio e dal capitale immesso dai soci.

 

Vediamo come fare in pratica stimando, per una ipotetica società, i valori dello stato patrimoniale di fine esercizio.

 

CLIENTI (571)

Fatturato previsto dal budget economico degli ultimi 3 mesi (nel nostro esempio rappresenta la dilazione media concessa ai clienti) oltre all'IVA e ad un valore medio dei crediti scaduti e non ancora incassati.

 

FONDO SVALUTAZIONE CREDITI (19)

Valore del fondo all'inizio del periodo dedotto quanto utilizzato ed incrementato dell'accantonamento previsto per il periodo nel budget economico.

 

MAGAZZINO (400)

Invariato rispetto all'inizio dell'esercizio.

 

RATEI ATTIVI (14)

Stimati.

 

CAPITALE FISSO

Determinato in funzione del budget degli investimenti e all'eliminazione o cessione prevista dei cespiti. Macchinari, automezzi, mobili invariati; attrezzature + 5,macchine elettroniche + 10.

 

FONDO AMMORTAMENTI (94)

Valore del fondo all'inizio del periodo dedotto quanto utilizzato ed incrementato dell'accantonamento previsto per il periodo nel budget economico.

 

FORNITORI (280)

Acquisti di servizi e prodotti previsti dal budget economico degli ultimi 3 mesi (nel nostro esempio rappresenta la dilazione media concessa dai fornitori) oltre all'IVA.

 

DEBITI DIVERSI (92) e RATEI PASSIVI (7)

Stimati.

 

MUTUI PASSIVI (0)

Rimborsato l'intero debito per mutui durante l'anno.

 

TFR (74)

Previsto un ulteriore accantonamento di 12 nel corso dell'esercizio.

 

FINANZIAMENTO SOCI (140)

Invariato rispetto all'inizio dell'anno.

 

CAPITALE SOCIALE (150)

Invariato nel corso dell'esercizio.

 

RISERVA LEGALE (13)

Si incrementa nella misura prevista dall'assemblea con l'utile dell'esercizio

precedente di 11.

UTILE DELL'ESERCIZIO (145)

Come da profitti e perdite previsionale per l'esercizio.

 

ATTIVO consuntivo budget PASSIVO consuntivo budget
  31/12/1997 31/12/1998   31/12/1997 31/12/1998
Clienti 500 571 Banche 150 246
Fondo sv.crediti -11 -19 Fornitori 308 280
Magazzino 400 400 Debiti diversi 110 97
Ratei attivi 14 14 Ratei passivi 7 7
           
Macchinari 30 30 Muti passivi 145 -
Attrezzature 60 70 TFR 62 74
Automezzi 65 65 Finanziamento soci 140 140
Mobili 30 30      
Macchine elettroniche 70 80 Capitale sociale 150 150
      Riserva legale 2 13
F.do amm.to -84 -94 Utile d'esercizio - 145
           
TOTALE ATTIVO 1.074 1.147 TOTALE PASSIVO 1.074 1.147

 

Il valore dell'esposizione bancaria è calcolata per quadratura come ultimo valore ed è pari a 246. Il fabbisogno finanziario del periodo è 96 (da 150 a 246). L'esposizione media tra l'inizio e la fine del periodo rappresenta un valore valido per aziende consolidate e senza enormi fluttuazioni finanziarie. Per disporre di valori più precisi è necessario predisporre il cash flow mensile o l'analisi delle fonti e degli impieghi mensili.

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Come si finanzia un'impresa

Capitale permanente


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 
 
Visualizza i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping

I nostri ebook

I nostri ebook

 

 www.EconomiAziendale.net

 
www.SchedeDiGeografia.net
 
www.StoriaFacile.net
 
www.LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net

www.LeMieScienze.net

 
Utilità
 



 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681

 

Per la pubblicità su questo sito invia una mail a Amministrazione@MarchegianiOnLine.net