TASSA VIDIMAZIONE REGISTRI

QUANTO COSTA VIDIMARE TASSE E REGISTRI

Aggiornato al 14.02.2009

Le tasse per la vidimazione dei registri e i relativi costi, variano a seconda della veste giuridica della società che richiede la vidimazione.


Tassa vidimazione registri

Nel determinare la tassa di concessione governativa dovuta si deve far riferimento al capitale sociale sottoscritto alla data del primo gennaio dell’anno in corso.

Per le società di capitali, il pagamento della tassa di concessione governativa deve essere effettuato entro il 16 marzo di ogni anno. Il pagamento deve essere effettuato con modello F24 utilizzando il codice tributo 7085 Vidimazione libri sociali.

Per le società di nuova costituzione il pagamento può essere effettuato anche con bollettino di c/c postale sul conto 6007 intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara –causale Vidimazione e bollatura libri sociali.

Nel caso di pagamento della tassa di concessione governativa da parte di società di persone, esso può essere effettuato o con bollettino postale usando il c/c 6007 o con marche di concessione governativa.

L’imposta di bollo può essere assolta, oltre che con l’apposizione della marca da bollo, anche utilizzando il modello F23 – codice tributo458T – Vidimazione libri sociali.

I diritti di segreteria possono essere pagati direttamente presso la cassa della Camera di commercio o sul c/c ad essa intestato.


ECCEZIONI.

I formulari di identificazione per il trasporto dei rifiuti non pagano la tassa di concessione governativa, l’imposta di bollo e i diritti di segreteria.

I registri fiscali e i registri di carico e scarico dei rifiuti non pagano la tassa di concessione governativa e l’imposta di bollo.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net