IL REGISTRO DI CARICO E SCARICO NEL REGIME DEL MARGINE

CHI E' OBBLIGATO AD ISTITUIRLO E QUALI DATI DEVE RIPORTARE

Aggiornato al 27.09.2012
I rivenditori abituali di beni usati, di oggetti d’arte, di antiquariato e da collezione che adottano il regime del margine analitico hanno l’obbligo di istituire un apposito registro di carico e scarico.

Il registro di carico e scarico, non è obbligatorio per i soggetti che effettuano solo occasionalmente tali operazioni.

Il registro di carico e scarico in origine doveva essere vidimato secondo le norme IVA.Con l’abrogazione dell’obbligo di vidimazione dei registri IVA, rimane solamente l’obbligo di numerazione progressiva delle pagine. Il registro è esente da imposta di bollo e può essere tenuto anche con l’impiego di schedari a fogli mobili o tabulati di macchine elettrocontabili.


Sul registro di carico e scarico del regime del margine occorre indicare, per ogni bene:

  • la data di acquisto e quella di cessione;
  • la natura, la qualità e la quantità del bene;
  • il prezzo di acquisto;
  • i costi di riparazione e le spese accessorie;
  • il prezzo di vendita;
  • il margine conseguito.

Il prezzo di acquisto, i costi di riparazione e le spese accessorie e il prezzo di vendita vanno annotati al lordo di IVA.

Gli acquisti vanno annotati nel registro di carico e scarico entro 15 giorni, ma non oltre la data di registrazione della cessione.

Le cessioni vanno annotate nel registro entro il primo giorno non festivo successivo all’operazione.


Esempio 1:
acquisto del bene usato effettuato in data 13-05
vendita del bene usato effettuato in data 30-05.

Poiché tra la data di acquisto e la data della vendita sono trascorsi più di 15 giorni, l’acquisto va registrato entro 15 giorni. Quindi:

  • acquisto registrato entro il 28-05;
  • vendita registrata entro il 31-05 (01/05 se il 31/05 è festivo).


Esempio 2:
acquisto del bene usato effettuato in data 13-05
vendita del bene usato effettuato in data 25-05.

Poiché tra la data di acquisto e la data della vendita sono trascorsi meno di 15 giorni, l’acquisto va registrato entro la data di registrazione della vendita. Quindi:

  • vendita registrata entro il 26-05 (27/05 se il 26/05 è festivo);
  • acquisto registrato entro il 26-05 (27/05 se il 26/05 è festivo).

Nel caso in cui l’impresa, oltre alla rivendita di beni usati o di oggetti d’arte, d’antiquariato e da collezione esercita anche altre attività, il registro di carico e scarico del regime del margine viene considerato come un registro sezionale ed è quindi necessaria la tenuta di un registro riepilogativo IVA.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net