INDENNITA' RISARCITORIE

DI QUALI INDENNITA' RISARCITORIE OCCORRE TENERE CONTO NELLA DETERMINAZIONE DEI RICAVI

Aggiornato al 04.11.2013

Tra le voci che compongono i ricavi, così come definiti fiscalmente dall’art.85 del TUIR, si trovano anche alcune indennità risarcitorie.

Vediamo, di seguito, quali di esse vanno considerate, fiscalmente, dei ricavi.

I ricavi comprendono le indennità conseguite nell’anno a titolo di risarcimento, anche in forma assicurativa, per la perdita o il danneggiamento dei beni dalla cui cessione derivano dei ricavi (si veda a tale proposto l’approfondimento Cessioni di beni e prestazioni di servizi).


Esempio:
va compreso tra i ricavi l’indennizzo ricevuto dalla compagnia di assicurazioni per la distruzione di merci e materie prime a seguito di un incendio.

Non vanno compresi, tra i ricavi, gli indennizzi relativi ad immobilizzazioni: immobili, impianti, macchinari, automezzi, mobili, computer, ecc..

Non vanno compresi, tra i ricavi, neppure gli indennizzi relativi a beni dai quali derivano ricavi se essi sono liquidati in anni successivi rispetto a quello in cui si è verificata la perdita o il danneggiamento del bene. In questi casi l’indennizzo rappresenta una sopravvenienza attiva.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net