I BENI STRUMENTALI

QUALI SONO E COME CONCORRONO ALLA FORMAZIONE DEL REDDITO D'IMPRESA

di www.Blustring.it
Aggiornato al 13.06.2006

I beni strumentali (comunemente chiamati anche cespiti) sono quei beni che vengono acquistati dall’imprenditore che sono destinati ad essere utilizzati per più esercizi.

Sono beni strumentali: le attrezzature, i macchinari, il computer ed i suoi accessori, etc.

Il costo di tali beni non è interamente deducibile nell’esercizio in cui vengono acquisiti, ma la deduzione va spalmata nel tempo secondo quanto previsto da tabelle ministeriali. La procedura utilizzata per ripartire il costo dei cespiti prende il nome di ammortamento.

Quando si dice che i computers sono ammortizzabili al 20% si intende che ogni anno è possibile dedurre il costo sostenuto per l’acquisto di computers per una percentuale non superiore al 20%.

Quando si acquista un cespite occorre registrare l’operazione nel libro cespiti.


COME SI COMPONE IL LIBRO CESPITI

Nella sua forma classica, il registro cespiti si compone di tante schede quanti sono i cespiti acquistati.

Ogni scheda è pertanto intestata ad un cespite e riporta tutti i movimenti che, nel corso del tempo, hanno interessato quel bene: tipicamente, acquisto ed ammortamenti effettuati.

Vediamo un esempio: Computer pentium III acquistato nel 2000 dal fornitore Pinco Pallino per 1000,00 euro ed ammortizzato ogni anno per 200,00 euro:

Scheda n.1: Computer pentium III acquistato da Pinco Pallino.

30/11/00: acquisto: + 1.000,00
31/12/00: ammortamento: - 200,00
31/12/01: ammortamento: - 200,00
31/12/02: ammortamento: - 200,00
31/12/03: ammortamento: - 200,00
31/12/04: ammortamento: - 200,00
Valore residuo al 31/12/04: 0

Il valore residuo è la differenza tra costo di acquisto e gli ammortamenti effettuati.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net