FULL COSTING

IL CALCOLO DEL COSTO DEI PRODOTTI

di www.studiobarale.it
Aggiornato al 04.12.2007

FULL COSTING

Il full costing:

  • Prevede che tutti i costi (variabili e fissi; specifici e comuni) siano attribuiti al prodotto (oggetto di calcolo).
  • Pertanto, il “full costing” – attribuendo ai prodotti anche quote dei costi fissi/comuni - “variabilizza” tutti i costi.
  • Porta a calcolare configurazioni di “costo pieno”.


    Costo pieno = Costi specifici + Quote costi comuni

  • La redditività dei prodotti è misurata dal “Risultato industriale” (se ai prodotti sono attribuite quote di costi della gestione caratteristica) o dal “ Reddito netto” (se ai prodotti sono attribuite anche quote di oneri finanziari e di imposte sul reddito).
  • E’ un metodo “soggettivo” che richiede congetture per l’attribuzione ai prodotti anche di quote dei costi comuni.
  • Non è un metodo “trasparente”. Consente di enfatizzare/nascondere determinati aspetti della gestione.
  • Normalmente il sistema si basa su una contabilità per centri di costo.


DIVERSE MODALITÀ DI CALCOLO

  • Full costing a “base unica”.
  • Full costing a “basi multiple”.
  • Activity Based Costing.


LE “BASI” DI RIPARTIZIONE …

  • … sono coefficienti (parametri) in base ai quali ripartire i costi comuni aziendali, per attribuirne una quota a ciascun prodotto (oggetto di calcolo):
    • Consumi di materie prime per prodotto.
    • Consumi di ore manodopera o di ore macchina per prodotto.
    • Ore di manutenzione/numero di interventi.
    • Metri quadrati disponibili/occupati.
    • Numero di ordini di vendita, di acquisto o di produzione.
    • Numero di telefonate.
    • Ecc.


FULL COSTING A “BASE UNICA"

  • I costi variabili (materie prime, manodopera diretta, provvigioni ecc.) sono attribuiti direttamente ai prodotti (come nel direct costing).
  • Tutti i costi fissi (specifici e comuni) vengono:
    1. sommati tra di loro
    2. ripartiti in quote mediante un’unica base di ripartizione
    3. attribuiti ai diversi prodotti
  • Il full costing a base unica non richiede la “localizzazione” dei costi fissi in centri di costo.


UN ESEMPIO DI APPLICAZIONE

  • Costi fissi totali (specifici + comuni): 6.960.000 Euro.
  • Come base di ripartizione si scelgono le ore-macchina.
    Infatti, si ipotizza che la produttività dell’azienda dipenda dall’assorbimento di tale risorsa.
  • Le ore-macchina totali, disponibili nel periodo, sono 60.400.


IL COEFFICIENTE DI ATTRIBUZIONE

Per attribuire a ciascun prodotto la quota di costi fissi è necessario:

  • calcolare il coefficiente unitario:


    Coeff.attribuzione = Totale costi fissi : Totale ore-macchina
    = 6.960.000 Euro : 60.400 ore = 115,23 Euro/ora


  • Moltiplicare il coefficiente per i tempi standard di produzione (ore/macchina) per unità di prodotto.

    Attribuzione ai prodotti


    Attribuzione dei costi fissi ai prodotti



COSTO PIENO E RISULTATO OPERATIVO

Full costing a base unica


Costo pieno e risultato operativo


ASPETTI CRITICI (O CRITICABILI)

  • Il “full costing” a base unica è un approccio semplicistico alla valutazione dei costi.
  • Esso comporta la massima soggettività ed approssimazione.
  • Il rischio di decisioni errate è altissimo.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net