IMBALLAGGI FORNITI GRATUITAMENTE DAL FORNITORE

ASPETTI CONTABILI

Aggiornato al 14.07.2007

Ipotizziamo il caso di un produttore che provvede alla vendita dei beni prodotti dalla sua impresa, debitamente imballati. E supponiamo che tali imballaggi siano acquistati, dall'impresa, presso terzi.

Vediamo cosa accade se il produttore cede gli imballaggi gratuitamente ai compratori dei propri prodotti.

L’ipotesi in cui l’imprenditore non chiede al compratore un prezzo per gli imballaggi usati per confezionare la merce, si verifica di norma quando l’imballaggio ha uno scarso valore unitario ed è destinato ad essere usato una sola volta.

Chiaramente il venditore, nel fissare il prezzo di vendita della merce, terrà conto del fatto che l’imballaggio è ceduto gratuitamente ai clienti.

Poiché l’imballaggio è ceduto gratuitamente esso non concorrerà alla formazione della base imponibile IVA nella fattura emessa nei confronti dell’acquirente delle merci.

Inoltre, trattandosi di imballaggi di scarso valore e destinati ad essere usati una sola volta, il produttore avrà rilevato l’acquisto come costo di esercizio nel conto “Imballaggi c/acquisti”. Tuttavia, poiché non vi è una vendita di imballaggi, dato che questi sono ceduti gratuitamente ai clienti, in contabilità sarà presente il conto “Imballaggi c/acquisti”, ma non il conto “Imballaggi c/vendite”.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net