STIPULA DI UN CONTRATTO DI VENDITA

LE SCRITTURE IN PARTITA DOPPIA DA REDIGERE AL MOMENTO DELLA STIPULA DI UN CONTRATTO DI VENDITA

Aggiornato al 26.11.2011

La stipula di un contratto di vendita non dà luogo a nessuna scrittura nel sistema principale, cioè nel sistema del reddito o in quello del capitale e del risultato economico.

Ciò in quanto tale fatto di gestione non genera nessuna variazione finanziaria (o numeraria), né economica.

Tuttavia può essere utile tenere una traccia dei contratti stipulati con i clienti soprattutto quando tra la stipula dell’atto e la sua esecuzione intercorre un lasso di tempo notevole.


A tal fine, l’operazione può essere:

  • annotata in appositi libri o registri elementari, senza che sia necessario rispettare regole particolari. In questo caso si utilizzerà un registro elementare degli impegni : più esattamente la registrazione sarà effettuata su un giornale delle vendite;
  • annotata sul libro giornale con una semplice descrizione del fatto da ricordare;
  • registrata sul libro giornale con un articolo in Partita Doppia. La scrittura viene rilevata nel sistema degli impegni utilizzando degli opportuni conti d’ordine. Quest’ultima soluzione viene usata quando, come abbiamo detto prima, tra la stipula dell’atto e la sua esecuzione intercorre un lasso di tempo notevole e quando si tratta di contratti di importo considerevole.

La scrittura da redigere al momento della stipula del contratto di vendita sarà:


Scrittura relativa alla stipula di un contratto di vendita

Al momento dell’ esecuzione del contratto la scrittura sarà annullata nel modo seguente:


Scrittura relativa alla esecuzione di un contratto di vendita

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net