IMPOSTE SUL REDDITO

I CONTI DA UTILIZZARE IN BILANCIO

Aggiornato al 01.03.2011

La necessità, da parte dell’impresa, di calcolare e pagare le imposte sul reddito genera una serie di scritture contabili.

Di seguito vediamo quali conti sono, di norma, movimentati in tali scritture e la loro collocazione in bilancio.

I conti Erario c/acconto IRES e Erario c/acconto IRAP sono utilizzati per rilevare il credito vantato verso l’erario a seguito del pagamento degli acconti relativi alle rispettive imposte.

La rilevazione di un credito verso l’erario, anziché di un costo, scaturisce dalla considerazione che le imposte sono pagate prima che si sia formato in maniera compiuta il reddito e, dunque, prima di conoscere l’esatta misura delle imposte sul reddito correnti di competenza dell’esercizio.

I conti Erario c/acconto IRES e Erario c/acconto IRAP sono conti finanziari.

Tali conti vengono chiusi al 31/12 di ciascun anno con la scrittura con la quale si rilevano le imposte di competenza dell’esercizio. Queste ultime sono registrate, rispettivamente, nei conti IRES dell’esercizio e IRAP dell’esercizio.

Questi due ultimi conti sono conti economici che vengono riportati nel Conto economico alla voce 22 – Imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, anticipate e differite.


Sempre al 31/12 di ciascun anno:

  • se le imposte di competenza sono maggiori rispetto agli acconti versati si rileva il debito IRES e/o IRAP rispettivamente nei conti Erario c/IRES a debito e Erario c/IRAP a debito per le somme da versare a saldo nel mese di giugno dell’anno successivo;
  • se le imposte di competenza sono inferiori rispetto agli acconti versati si rileva il credito IRES e/o IRAP rispettivamente nei conti Erario c/IRES a credito e Erario c/IRAP a credito.

I conti Erario c/IRES a debito e Erario c/IRAP a debito sono conti finanziari. Essi compaiono nello Stato patrimoniale, tra le passività, nella macro-categoria D–Debiti, alla voce 12–Debiti tributari.

I conti Erario c/IRES a credito e Erario c/IRAP a credito sono anch’essi conti finanziari. Essi compaiono nello Stato patrimoniale, tra le attività, nella macro-categoria C–Attivo circolante II - Crediti, alla voce 4-bis–Crediti tributari.


Ricapitolando:

STATO PATRIMONIALE
ATTIVITA’

C) ATTIVO CIRCOLANTE
II – CREDITI (con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo):
4-bis – Crediti tributari


PASSIVITA’
D) DEBITI (con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo):
12 – Debiti tributari

CONTO ECONOMICO
RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE
22) imposte sul reddito dell’esercizio correnti, differite e anticipate

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net