VERSAMENTO IRES ED IRAP CON LA MAGGIORAZIONE DELLO 0,40%

SCRITTURE CONTABILI RELATIVE AL VERSAMENTO DELL’IRES E DELL’IRAP EFFETTUATI OLTRE IL 30 GIUGNO E ENTRO IL 30 LUGLIO CON LA MAGGIORAZIONE DELLO 0,40%

Aggiornato al 20.03.2017

Tutti i contribuenti obbligati al pagamento dell’ IRES e dell’IRAP possono effettuare il versamento del saldo e della prima rata di acconto dopo la scadenza del termine fissato ed entro i successivi trenta giorni versando una maggiorazione a titolo di interesse corrispettivo pari allo 0,40%.

Nella maggioranza dei casi il termine per il versamento del saldo delle imposte dirette e della prima rata di acconto è il 30 giugno. Il contribuente, quindi, può scegliere se:

  • effettuare il versamento delle somme dovute entro il 30 giugno;
  • effettuare il versamento delle somme dovute, maggiorate dello 0,40%, entro il 30 luglio dello stesso anno.

Vediamo i riflessi di queste due differenti scelte sotto il profilo contabile.


Esempio:
la società Alfa Srl deve versare un saldo IRES di 1.000 euro e la prima rata di acconto IRES pari a 2.000 euro.

Nel caso in cui effettui il versamento entro il 30 giugno la scrittura da redigere è:


Scrittura versamento imposte

Nel caso in cui effettui il versamento entro il 30 luglio occorre innanzitutto determinare la misura degli interessi da corrispondere:


Calcolo interessi versamento imposte

La scrittura da redigere è:


Scrittura versamento imposte con maggiorazione 40%

La possibilità di ritardare di 30 giorni il versamento di IRES e IRAP, applicando la maggiorazione dello 0,40%, riguarda solamente il saldo e la prima rata di acconto e non la seconda rata di acconto .

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net