AFFITTO DI AZIENDA E DICHIARAZIONE IVA

LA DICHIARAZIONE IVA IN CASO DI AFFITTO DI AZIENDA

Aggiornato al 04.12.2018

Vediamo, di seguito, chi è tenuto ad adempiere agli obblighi di presentazione della dichiarazione IVA nel caso di affitto di azienda.


Nel caso in cui ad affittare l’azienda sia:

  • una società, qualunque sia la sua veste giuridica;
  • un imprenditore individuale che, avendo più di una azienda, ne affitta una;
  • un imprenditore individuale che affitta un solo ramo dell’impresa, continuando ad esercitare il restante complesso aziendale;

egli conserva, ai fini IVA, lo status di imprenditore. Di conseguenza la dichiarazione IVA va presentata:

  • sia da parte dell’affittante che conserva la qualifica di imprenditore;
  • sia da parte dell’affittuario

ognuno, ovviamente, per l’attività direttamente svolta.


Diversa è la situazione nel caso in cui il locatore sia un imprenditore individuale che affitta la sua unica azienda. In questa ipotesi egli, in seguito all’affitto, cessa per il periodo di durata del contratto, di avere la qualifica di imprenditore e, dunque, non è tenuto per questo periodo agli adempimenti IVA compresa la presentazione della dichiarazione IVA.

Chiaramente l’affitto potrà decorrere dall’inizio dell’anno o ad anno già iniziato.

Se l’affitto decorre dall’inizio dell’anno, il locatore non è tenuto a presentare la dichiarazione IVA relativa a tale anno. L’affittuario, invece, presenterà la dichiarazione IVA.


Se l’affitto decorre nel corso dell’anno, occorre distinguere due casi:

  • viene trasferito, il debito o il credito IVA, dall’affittante all’affittuario. In questo caso la dichiarazione IVA deve essere presentata esclusivamente dall’ affittuario. Essa deve essere composta da due moduli:
    • uno contenente i dati relativi alle operazioni concluse dall’ inizio dell’anno fino alla data della conclusione del contratto d’affitto;
    • l’altro contenente i dati relativi alle operazioni concluse dalla data della conclusione del contratto di affitto alla fine dell’anno.

      Particolare attenzione va posta alla compilazione del quadro VA della dichiarazione IVA (Informazioni e dati relativi all’attività) con riferimento ai dati relativi ad operazioni straordinarie.

  • non viene trasferito, il debito o il credito IVA, dall’affittante all’affittuario. In questo caso:
    • l’affittante presenta la dichiarazione per le operazioni effettuate dall’ inizio dell’anno fino alla data della conclusione del contratto d’affitto;
    • l’affittuario presenta la dichiarazione per le operazioni effettuate dalla data della conclusione del contratto di affitto alla fine dell’anno.

Sempre nel caso in cui in cui l’affittante sia un imprenditore individuale che affitta la sua unica azienda, se nel periodo di durata del contratto di affitto, cede alcuni beni dell’azienda egli sarà tenuto ad assoggettare l’operazione ad IVA e a tutti gli adempimenti che ne conseguono (fatturazione, liquidazione e versamento dell’imposta) e, quindi, anche alla presentazione della dichiarazione IVA annuale (CM 154/1995).

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net