LA RITENUTA D'ACCONTO IN FATTURA

SU QUALI SOMME VENGONO CALCOLATE LE RITENUTE D'ACCONTO IN FATTURA

Aggiornato al 31.05.2011

Vediamo come va compilata la fattura di un professionista, soffermandoci in particolare sull’esame delle somme sulle quali deve essere calcolata la ritenuta d’acconto.

Innanzitutto va detto che, se la fattura viene emessa nei confronti di un privato non deve essere applicata la ritenuta d’acconto.


Esempio:
fattura emessa nei confronti del signor Mario Rossi da un avvocato per consulenze di importo pari a 5.000 euro.


Fattura verso privato

In tutti gli altri casi deve essere esposta in fattura la ritenuta d’acconto.


BASE IMPONIBILE DELLA RITENUTA

La base imponibile sulla quale calcolare la ritenuta è data:

  • dai compensi professionali;
  • dai rimborsi spese anche a piè di lista come spese di viaggio, vitto, alloggio e da tutte le spese documentate anticipate dal professionista per conto del committente anche se non sono state sostenute nell’interesse di quest’ultimo.

Per quanto riguarda i contributi previdenziali ed assistenziali addebitati al cliente:

  • concorre a formare la base imponibile per il calcolo della ritenuta d’acconto il contributo addebitato dal cliente, nella misura del 4%, da parte dei lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata INPS;


    Esempio:
    Fattura emessa da un lavoratore autonomo iscritto alla gestione separata INPS nei confronti della ditta Alfa Srl per consulenze di importo pari a 5.000 euro. Contributo previdenziale gestione separata INPS addebitato al cliente 4%.


    Fattura verso impresa di un lavoratore iscritto alla gestione separata INPS

  • non concorre a formare la base imponibile per il calcolo della ritenuta d’acconto il contributo addebitato dal cliente, nella misura del 2%, da parte dei lavoratori autonomi iscritti alla cassa di previdenza e assistenza di categoria (notai, avvocati, commercialisti, psicologi, ecc..);

    Esempio:
    fattura emessa da uno psicologo iscritto alla propria cassa di previdenza nei confronti della ditta Alfa Srl per consulenze di importo pari a 5.000 euro. Contributo previdenziale alla cassa di previdenza psicologi addebitato al cliente 2%.


    Fattura verso impresa di un lavoratore iscritto alla cassa di previdenza della sua categoria


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net