www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 
 
 
   

Gli altri approfondimenti:


Approfondimenti

 
   
  Estratto conto provvigionale - le caratteristiche dell'estratto conto delle provvigioni dovute agli agenti

 

 

 
 
 

Approfondimento del 12.12.2017

 

 
L'art. 1749 del Codice civile prevede l'obbligo, per la casa mandante, di consegnare all'agente un estratto conto delle provvigioni dovute. 

L'estratto conto è trimestrale e deve essere consegnato all'agente, al più tardi, l'ultimo giorno del mese successivo al trimestre nel corso del quale le provvigioni sono maturate. Non è possibile applicare termini maggiori, mentre le parti potrebbero accordarsi per l'applicazione di termini di pagamento più favorevoli per l'agente.

Pertanto le scadenze sono le seguenti:

I trimestre - gennaio/marzo - consegna al massimo entro il 30 aprile

II trimestre - aprile/giugno - consegna al massimo entro il 31 luglio

IV trimestre - luglio/settembre - consegna al massimo entro il 31 ottobre

V trimestre - ottobre/dicembre - consegna al massimo entro il 31 gennaio dell'anno successivo.

 

Il pagamento delle provvigioni deve avvenire entro 30 giorni dalla scadenza del trimestre.

 

Per l'estratto conto provvigionale non è richiesta nessuna forma specifica. L'art.1749 del Codice civile, stabilisce tuttavia che il documento deve contenere gli elementi essenziali per il conteggio delle provvigioni.

 

Tali elementi sono, di norma:

  • gli estremi dell'ordine e della relativa fattura. Nel caso di agenti che operano nel settore del largo consumo, poiché il numero degli ordini è probabilmente molto elevato, potrebbe risultare difficile esporre il dettaglio di tutte le relative fatture. Per questa ragione è possibile evidenziare, nell'estratto conto provvigionale, solamente un riepilogo delle vendite per singolo prodotto;

  • le condizioni di pagamento praticate;

  • con riferimento agli ordini andati a buon fine, l'importo delle provvigioni spettanti all'agente;

  • le copie delle fatture relative agli ordini andati a buon fine, se contengono dati necessari per il calcolo delle provvigioni;

  • anticipi eventualmente concessi all'agente;

  • importo complessivo delle provvigioni spettanti all'agente al lordo e al netto delle ritenute fiscali e dei contributi a carico dell'agente.

 

L'agente ha diritto alla provvigione nel momento in cui la casa mandante ha adempiuto, o avrebbe dovuto adempiere, la prestazione prevista nel contratto concluso con il terzo.

 

Esempio:

contratto di vendita di beni mobili stipulato in data 06.12 dell'anno x. Consegna delle merci effettuata il 12.12. A partire da tale data l'agente ha diritto alla relativa provvigione che entrerà nell'estratto conto provvigionale del IV trimestre e dovrà essere pagata, insieme alle altre provvigioni spettanti per il periodo, entro il 31 gennaio dell'anno successivo. 

 

 

 

In alternativa è possibile prevedere che il diritto alla provvigione dell'agente spetti al momento del pagamento della fornitura da parte del cliente.

 

Esempio:

contratto di vendita di beni mobili stipulato in data 06.12 dell'anno x. Consegna delle merci effettuata il 12.12. Pagamento delle merci effettuato in data 30.01 dell'anno successivo. Le parti hanno stabilito che la provvigione spetti al momento del pagamento da parte del cliente, quindi l'agente ha diritto alla relativa provvigione a partire dal 30 gennaio dell'anno x+1. La provvigione sarà esposta nell'estratto conto provvigionale del I trimestre dell'anno x+1 e verrà pagata entro il 30 aprile dell'anno x+1.

 

 

Può accadere che all'agente vengano pagate le provvigioni prima dell'incasso. In questo caso, qualora il cliente sia inadempiente, per motivi non imputabili alla casa mandante, se viene accertato lo stato di insolvenza del cliente, l'agente deve restituire la provvigione percepita: si deve trattare, però, di insolvenza del cliente e non di un semplice ritardo nel pagamento.

In caso di contestazioni relative all'estratto conto provvigionale, le somme dovute all'agente devono essere pagate entro 30 giorni dalla definizione della controversia.

 
   
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Esempio estratto conto provvigionale

Ritenute d'acconto sulle provvigioni

Ritenute ridotte su provvigioni

Calcolo ritenute d'acconto agenti e rappresentanti

Dichiarazione per ritenute d'acconto ridotte

Scomputo ritenute d'acconto agenti

Ritenute operate da imprese agricole

Registrazione fattura agente

Provvigioni di competenza dell'esercizio

Competenza delle provvigioni

Contabilizzazione delle provvigioni non di competenza

Informatori scientifici del farmaco: ritenute d'acconto

Calcolo provvigioni agente


 
   

Visualizza gli altri approfondimenti   

 
   
 
 
 
Visualizza i nostri approfondimenti

 

Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 


 

I nostri ebook

I nostri ebook

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 


 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681

 

Per la pubblicità su questo sito invia una mail a Amministrazione@MarchegianiOnLine.net