REGIME FORFETTARIO: REGIME CONTRIBUTIVO

COME DETERMINANO I CONTRIBUTI I SOGGETTI IN REGIME FORFETTARIO

Aggiornato al 03.05.2019

I soggetti in regime forfettario possono beneficiare di un’agevolazione contributiva. Essi, infatti, a partire dal 2016 possono usufruire di una riduzione pari al 35% della contribuzione ordinaria INPS dovuta ai fini previdenziali.

Va però ricordato che, nel caso in cui non venga raggiungo il livello minimo imponibile, i mesi di assicurazione accreditati ai fini pensionistici sono ridotti in proporzione della somma versata.

Per beneficiare di tale regime contributivo agevolato è necessario presentare, telematicamente, un’apposita istanza.

Fino al 2015 la disciplina era diversa in quanto non veniva applicato il livello minimo imponibile previsto per i versamenti dei contributi previdenziali. Dunque, i contributi erano dovuti in base al reddito conseguito senza applicazione del miniale.


A partire dal 2016, i soggetti in regime forfettario si potranno trovare in quattro situazioni diverse:

  • Imprese artigiane e commercianti che hanno optato per il regime contributivo agevolato

    Versano i contributi sul minimale e i contributi che eccedono il minimale nella misura del 35% secondo le consuete modalità di versamento.


    Esempio: impresa commerciale che non supera il reddito minimo.
    Contributi sul minimale 3.832,45.
    Contributi da versare: 35% x 3.832,45 = 1.341,36


  • Imprese artigiane e commercianti che non hanno optato per il regime contributivo agevolato

    Versano i contributi sul minimale e i contributi che eccedono il minimale nella misura ordinaria.


    Esempio: impresa commerciale che non supera il reddito minimo.
    Contributi sul minimale 3.832,45.
    Contributi da versare 3.832,45.


  • Lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata INPS

    Contributi versati sul reddito imponibile in base alle aliquote in vigore.


    Esempio: lavoratore autonomo non iscritto ad altre casse di previdenza, né pensionato.
    Reddito imponibile 12.000 euro.
    Aliquota in vigore 25,72%.
    Contributi da versare 25,72% x 12.000 = 3.086,40.


  • Lavoratori autonomi iscritto ad una propria cassa di previdenza (avvocati, ingegneri, geometri, ecc..)

    Contributi versati secondo le regole della cassa di previdenza di appartenenza.


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net