EFFETTI ALL'INCASSO ED EFFETTI AL SALVO BUON FINE

LA COLLOCAZIONE IN BILANCIO DEGLI EFFETTI ALL'INCASSO E DEGLI EFFETTI AL SALVO BUON FINE

Aggiornato al 12.05.2012

Vediamo la collocazione in bilancio dei conti utilizzati nelle operazioni di incasso degli effetti.


Per registrare le operazioni di incasso effetti vengono, in genere, usati i seguenti conti (a tale proposito si legga anche Effetti all’incasso registrazione):

  • Effetti all’incasso, usato soprattutto nel caso in cui si utilizza la clausola del dopo incasso;
  • Effetti sbf, usato nel caso di clausola salvo buon fine (si legga anche Effetti all’incasso)
  • Oneri bancari o Spese di incasso per registrare le commissioni d’incasso percepite dalla banca;
  • Banca c/c per registrare l’importo accreditato dalla banca sul c/c.

I conti Effetti all’incasso e Effetti sbf in bilancio vanno inseriti nello Stato patrimoniale, tra le attività, alla voce Crediti verso clienti. Ovvero:


STATO PATRIMONIALE
ATTIVITA’
C) ATTIVO CIRCOLANTE
II - CREDITI
1 - verso clienti.



Gli Oneri bancari o Spese di incasso possono essere collocati in bilancio tra i costi per servizi o tra gli oneri finanziari a seconda della loro natura: nel primo caso si tratta di oneri legati ad un servizio offerto dalla banca (come il servizio di incasso effetti), mentre nel secondo caso si tratta di oneri legati ad una operazione finanziaria vera e propria. Quindi si potrà avere:


CONTO ECONOMICO
B) COSTI DELLA PRODUZIONE
7) per servizi


oppure

CONTO ECONOMICO
C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI
17) interessi e oneri finanziari.



La banca va indicata in bilancio nello Stato patrimoniale tra le disponibilità liquide. Ovvero:


STATO PATRIMONIALE
ATTIVITA’
C) ATTIVO CIRCOLANTE
IV - DISPONIBILITA’ LIQUIDE
1 - depositi bancari e postali.


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net