www.MarchegianiOnLine.net   
 
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita  
 
 
 
 Home page  -   Scrivici  -   Collabora  -    Chi sono
 

 

 
   

Gli altri approfondimenti:


I nostri banner

Approfondimenti

 
   
  Auto e IVA - Le modifiche introdotte nel 2007 - del Rag. Carmine Giampietro

 

 

 
 

 
Aggiornato al 26.06.2018

 

Di seguito si sintetizzano le regole relative alla detraibilità dell’IVA pagata da imprese e professionisti per l’acquisto di veicoli.

 

L’IVA relativa all’acquisto o all’importazione di veicoli è interamente detraibile nel caso in cui essi:

  • formano oggetto dell’attività dell’impresa;

  • sono beni esclusivamente strumentali;

  • sono destinati ad uso pubblico;

  • si tratta di veicoli di agenti e rappresentanti di commercio.

 

In queste ipotesi è detraibile anche l’IVA relativa all’acquisto di componenti e ricambi, quella relativa a contratti di leasing e noleggio, e l’IVA relativa a servizi di impiego, custodia, manutenzione e riparazione.

 

In tutti gli altri casi si è avuto un susseguirsi di regole nel corso degli anni.

 

La Finanziaria 2006 aveva previsto la detraibilità al 15% (in precedenza la percentuale era del 10%) dell'IVA relativa all’acquisto e all’importazione di tali veicoli era. Tale limite era elevato al 50% nel caso di veicoli con propulsore non a combustione interna.

 

La Corte di Giustizia Ue, con sentenza del 13 settembre 2006 ha dichiarato incompatibile la normativa nazionale con quella comunitaria nella parte che prevede l’indetraibilità dell’IVA assolta sulle auto aziendali.

A partire da tale data, dunque, l’IVA pagata dalle imprese e dai professionisti relativamente a tali veicoli è divenuta detraibile secondo le regole generali previste nell’art.19 del DPR 633/72.

Pertanto, per gli acquisti e le importazioni effettuati dopo il 13 settembre 2006, l’IVA assolta era detraibile se i veicoli in esame erano destinati a utilizzazioni inerenti a operazioni imponibili, effettuate nell’esercizio dell’attività d’impresa.

 

 

Contestualmente, il legislatore nazionale ha modificato il contenuto dell’art. 19-bis1, lett. c), del DPR n. 633/72, prevedendo la detraibilità dell'IVA in misura ridotta a far data dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea dell’autorizzazione riconosciuta all’Italia da parte del Consiglio Europeo.

Il 18 giugno 2017 l’Unione europea ha consentito all’Italia una detrazione limitata dell’IVA nella misura del 40% sulle auto aziendali. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è intervenuta il 27 giugno 2007.

Pertanto, per gli acquisti e le importazioni di auto aziendali effettuate dopo il 27 giugno 2007, è consentita alle imprese e ai professionisti, detrarre il 40% dell’IVA assolta.

 
   

Gli altri approfondimenti sull'argomento:

Detraibilità IVA auto agenti

Autoveicoli aziendali - deducibilità dei costi dal reddito d'impresa

IVA e autoveicoli

Uso gratuito autovetture

Autoveicoli - esposizione in bilancio

Auto messe a disposizione del dipendente

Fringe benefit dipendenti

Calcolo fringe benefit auto dipendenti

Auto aziendale: uso promiscuo

Veicoli concessi in uso ai dipendenti


 
 

Visualizza gli altri approfondimenti   

 

 

 
 

 
Vai all'elenco di tutti i nostri approfondimenti
Accedi ai nostri corsi gratuiti
Guarda cosa puoi acquistare nell'area shopping
Visualizza le nostre utilità

 

 
 

 
 

 
 www.EconomiAziendale.net
 

 
www.SchedeDiGeografia.net
 

 
www.StoriaFacile.net
 

 
www.LezioniDiMatematica.net
 

 
www.DirittoEconomia.net
 

 
www.LeMieScienze.net
 

 

 

 


Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681