SPESE DI TRASPORTO DOCUMENTATE

LE SCRITTURE IN PARTITA DOPPIA

Aggiornato al 14.03.2009

Le spese documentate sostenute in nome e per conto del cliente sono escluse dalla base imponibile IVA (art.15 D.P.R. 633/72).

Supponiamo che l’impresa A venda della merce all’impresa B. Le due imprese si accordano affinché A prenda contatti col corriere per effettuare il trasporto della merce presso i magazzini di B. A anticiperà anche l’importo di tali spese che il corriere provvederà a fatturare a B.

Le spese di trasporto che A sostiene in nome e per conto di B saranno indicate nella fattura emessa da A come importi esclusi dalla base imponibile IVA in quanto sostenuti in nome e per conto del cliente.

Vediamo, con un esempio, quali scritture contabili generano le spese documentate.

Esempio:
A vende a B merci per 1.000 euro + IVA 20%. Anticipa le spese di trasporto al corriere per 120 euro. Il corriere emette fattura nei confronti di B per 100 euro + IVA 20%.
A emette fattura nei confronti di B per 1.320 euro (1.000 di merce + 200 di IVA + 120 di rimborso spese documentate escluse dalla base imponibile Iva).


REGISTRAZIONI DEL VENDITORE

A registra:

  • nel momento in cui paga il corriere:


    Registrazione in PD pagamento del corriere

  • nel momento in cui emette fattura nei confronti di B:


    Registrazione fattura di vendita



REGISTRAZIONI DELL'ACQUIRENTE

B registra:

  • la fattura emessa da A:


    Registrazione in PD fattura d'acquisto

  • la fattura emessa dal corriere:


    Registrazione in PD fattura corriere

  • quindi effettuerà un giroconto per chiudere le spese documentate anticipate da A con il debito verso il corriere.


    Registrazione in PD giroconto per spese docuentate sostenute dal venditore


 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net