IVA DOVUTA SUI PROVENTI DELLE SLOT MACHINE

COME VIENE DETERMINATA L'IVA SUI PROVENTI CONSEGUITI MEDIANTE APPARECCHI CHE NON ELARGISCONO PREMI IN DENARO

Aggiornato al 14.09.2018

Le somme incassate mediante apparecchi che non elargiscono premi in denaro sono soggette ad IVA. Vediamo, di seguito, le regole da applicare.


BASE IMPONIBILE IVA

Il regime naturale di determinazione dell’IVA è il regime forfettario. Applicando tale regime la base imponibile è uguale alla base imponibile ISI (per la determinazione della base imponibile ISI si veda: ISI dovuta sui proventi delle slot machine).


Esempio: biliardo. Base imponibile forfettaria annua 3.800 euro.



ALIQUOTA IVA

L’aliquota IVA da applicare è quella del 22%.


Esempio: biliardo. IVA: 3.800 x 22% = 836 euro.



DETRAZIONE FORFETTARIA

Alla base imponibile viene applicata una detrazione forfettaria dell’IVA pari al 50% dell’imposta relativa alle operazioni imponibili.


Esempio: biliardo. IVA: 836 euro x 50% = imposta dovuta 418 euro.



INSTALLAZIONE IN CORSO D'ANNO

Nel caso di installazione dell’apparecchio nel corso dell’anno l’imponibile va rapportato a mesi a partire dal mese di installazione.


Esempio: biliardo. Installazione: mese di agosto.
Imponibile forfettario annuo: 3.800
Imponibile rapportato ai mesi: 3.800/12 x 5 = 1.583
IVA: 1.583 x 22% x 50% = 174,13 euro.



ABBATTIMENTO DELLA BASE IMPONIBILE

Sono previste, inoltre, le stesse ipotesi di abbattimento della base imponibile, stabilite in materia di ISI (per la determinazione della base imponibile e per le percentuali di abbattimento si veda: ISI dovuta sui proventi delle slot machine).


SOGGETTO PASSIVO

Il soggetto passivo è:

  • il gestore, nel caso in cui l’apparecchio installato presso l’esercente è di sua proprietà;
  • l’esercente, nell’ipotesi in cui l’apparecchio installato è di sua proprietà e non di proprietà del gestore.


VERSAMENTO IVA

Coloro che optano per il regime forfettario versano l’IVA in via anticipata entro il 16 marzo di ogni anno.


In caso di prima installazione:

  • se l’installazione è effettuata entro il 28 febbraio, il versamento va fatto il 16 marzo;
  • se l’installazione è effettuata a partire dal 1° marz o, il versamento va fatto entro il giorno 16 del mese successivo a quello di installazione. In questo caso l’imposta va determinata in dodicesimi a partire dal mese di prima installazione.

Il versamento va effettuato con il modello F24 Accise, sezione erario, codice tributo 6729.


APPLICAZIONE DELL'IVA NEI MODI ORDINARI

Tuttavia è possibile applicare l’IVA nei modi ordinari. In questo caso occorre:

  • presentare una comunicazione all’ufficio SIAE competente in base al proprio domicilio fiscale prima del 1° gennaio o dell’inizio dell’attività;
  • esercitare l’apposita opzione nel quadro VO della dichiarazione IVA. L’opzione è vincolante fino a revoca e comunque per 5 anni.

L’applicazione dell’IVA nei modi ordinari comporta la necessità di rispettare i normali adempimenti previsti in materia di IVA.

Per chi opta per il regime ordinario i versamenti vanno effettuati alle consuete scadenze e con le consuete modalità.

 
Gli altri approfondimenti sull’argomento:
I nostri ebook


EconomiAziendale.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net